Gli esseri umani possono raggiungere un obiettivo comune senza percorrere le stesse strade.

Amadou Hampatê Bâ

In breve

Questa attività prevede dibattito e processi decisionali. I partecipanti, lavorando in piccoli gruppi, decidono come riallocare il budget militare globale per finanziare gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio.

Diritti correlati

• Il diritto alla vita, alla libertà e alla sicurezza personale
• Il diritto allo sviluppo
• Il diritto ad uno standard di vita adeguato
• I diritti alla salute e all’educazione

Obiettivi

• Ampliare la conoscenza in relazione agli Obiettivi di Sviluppo del Millennio
• Sviluppare la capacità di risoluzione dei problemi e di pensiero critico
• Coltivare solidarietà e volontà di trovare soluzioni ai problemi globali

Materiali
  • I "soldi" di Compass come indicano le seguenti suddivisioni (un set per ogni piccolo gruppo).
    • 8 x 100 Ems
    • 15 x 50 Ems
    • 20 x 10 Ems
  • Carte che illustrino gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile 2,3,4, e 6 (un set per piccolo gruppo)
  • Una busta (una per piccolo gruppo)
  • Un cartellone e due penne di colori diversi
  • Un cartellone con i 17 OSS
Preparazione
  • Preparate un cartellone con i 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile: usate una fotocopiatrice per ingrandire la carta degli OSS.
  • Fotocopiate i logo degli OSS 2, 3, 4 e 6 e fate delle carte di 10 x 10 cm circa.
  • Mettete i set di denaro e le carte in una busta, per essere pronti per iniziare.
Key Date
  • 20 DicembreGiornata Internazionale della solidarietà umana

Istruzioni

1. Spiegate che quest’attività tratta di come il mondo può trovare i soldi per risolvere alcuni dei problemi sociali ed economici attuali più urgenti.

2. Chiedete ai partecipanti che cosa conoscono degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile. Quanti ne conoscono?

3. Fate vedere il cartellone e, se necessario, fornite una breve spiegazione dell’impegno delle Nazioni Unite in relazione agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, facendo degli esempi per ogni obiettivo.

4. Dividete i partecipanti in gruppi di 5-6 persone e preparate la scena: spiegate che economisti hanno lavorato molto per identificare modi per finanziare gli OSS, ma non hanno ancora raggiunto l’obiettivo. Adesso, a “voi”, uno dei molti gruppi di lavoro delle Nazioni Unite, viene chiesto di verificare se $1750 bilioni sono sufficienti per colmare il gap finanziario e raggiungere l’obiettivo 2 (eliminazione della fame), l’obiettivo 3 (buona salute), l’obiettivo 4 (educazione di qualità) e l’obiettivo 6 (acqua pulita e igiene).

Per inserire il dato di $1750 bilioni in una prospettiva, dite ai partecipanti che il PIL globale nel 2014 era pari a $77,000 bn; quello degli USA $17,500 bn; della Germania di $3,850 bn e della Somalia di 5.7 bn.

5. Distribuite le buste con le carte e i denari. Spiegate che 1 EM equivale a $1 bn.

6. Chiedete ai gruppi di pensare a come raggiungere ognuno dei quattro OSS e di stimare quanto vogliono spendere per assicurare che gli obiettivi siano raggiunti. Dovranno allocare denaro per ogni carta. Non devono spendere tutto il denaro, dal momento che ci sono altri 13 OSS che avranno necessità di essere ulteriormente sostenuti finanziariamente per essere raggiunti.

7. Adesso, chiedete ad ogni gruppo di riportare quanto hanno allocato per ogni obiettivo e annotate le cifre su un cartellone. In questa fase, non ci dovrebbe essere alcuna discussione; le motivazioni prese per le scelte fatte dovrebbero essere investigate durante la discussione generale.

8. Adesso fornite le stime dell’ Overseas Development Institute (ODI), che sono state prodotte per colmare il gap finanziario per anno:

  • Obiettivo 2, Eliminazione della fame: $50 bn,
  • Obiettivo 3, Buona Salute: $40 bn,
  • Obiettivo 4, Educazione di qualità: $40 bn
  • Obiettivo 6, Acqua pulita ed igiene: $30 bn.

Scrivetele su un cartellone con penne di colori diversi e chiedete ai gruppi di allocare le loro banconote secondo quanto prima indicato e di calcolare quanto denaro rimane.

9. Poi dite al gruppo che la cifra di $1750 bn non è stata indicata a caso. Ma è la cifra della spesa militare globale del 2014..

Debriefing e valutazioneGoto top

Iniziate con il rivedere come è andata l’attività e poi soffermatevi a discutere su cosa hanno appreso i partecipanti.

  • Come hanno lavorato i gruppi? E’ stato facile accordarsi sulle priorità e le stime? Come avete risolto le differenze di opinione?
  • Ci sono commenti sulle cifre per i finanziamenti aggiuntivi per raggiungere gli OSS 2,3,4, e 6? Il totale di $175bn corrisponde più o meno a quanto i partecipanti avevano stimato?
  • Pensate che si dovrebbe ridurre la spesa militare e usare il denaro per colmare il gap finanziario?
  • Che cosa ne pensate dei fondi extra che sono necessari per gli altri 13 OSS ? Spendereste i rimanenti $1580bn per loro?
  • La Sicurezza è ovviamente molto importante. Quali sono le maggiori sfide alla sicurezza oggi, a livello locale e globale?
  • Qual è il modo migliore di spendere $1776bn spesi correntemente a livello mondiale?
  • Quali diritti umani sono rilevanti per OSS 16, pace e giustizia e OSS 2, 3, 4 e 6?
  • Cosa potete fare a livello locale e nazionale per promuovere gli OSS?

 

Linee guida per i facilitatoriGoto top

Gli OSS sono stati introdotti nel 2015 e si deve sottolineare che le cifre utilizzate per indicare il gap finanziario (i fondi addizionali necessari) sono arrotondate (odi.org). Si noti che quest’attività è stata sviluppata nel 2016 e al tempo non esistevano cifre indicanti i fondi addizionali necessari per raggiungere gli altri OSS.

 

Al punto 4 delle istruzioni, abbiamo indicato tre paesi come esempi. Gli USA sono stati indicati perché hanno il PIL più alto del mondo, la Germania perché ha il PIL più alto in Europa e la Somalia perché ha uno dei PIL più bassi del mondo e ha una lunga storia di guerra e violenze. Potete dare ai partecipanti indicazioni dei PIL dei paesi che sono rilevanti per loro, in modo da rendere l’attività più interessante. Potete trovare le informazioni su worldbank.org.

 

Non dovete aspettarvi che i partecipanti riescano a fare stime realistiche dei finanziamenti aggiuntivi necessari, avendo una scarsa conoscenza della materia. Incoraggiateli ad usare ciò che sanno e ad indovinare al meglio le cifre.

 

Le cifre utilizzate nell’attività e quelle per le spese militari globali sono state arrotondate per motivi pratici, ma sono molto vicine ai totali reali. Ad esempio, la spesa militare nel 2014 è stata pari a 1776bn secondo l’Istituto di Ricerca per la pace internazionale di Stoccolma (sipri. org). Quelle per il gp finanziario fornite da ODI.org per gli obiettivi 2,3,4 e 6 sono rispettivamente: 50.2, 37, 38 e 26.8 bn dollari all’anno.

 

Chiedere ai gruppi di allocare o riallocare il denaro è fatto per dar loro “un’immagine concreta” e renderli consapevoli di quanto poco denaro sia necessario in realtà per raggiungere gli obiettivi.

 

Nel debriefing potete sottolineare che i fondi addizionali totali per raggiungere gli OSS 2,3,4 e 6 sono pari a $175bn; solamente un decimo della spesa militare globale annuale.

 

Fra i punti che possono emergere nella discussione sulla sicurezza possono esserci:

  • Il vecchio modo di pensare in ambito militare e della difesa non tiene conto delle nuove sfide che si devono affrontare oggi, come ad esempio l’HIV, l’ebola e Ziki, crimini internazionali, cyberterrorismo, crimine organizzato, terrorismo e cambiamenti climatici.
  • Ci sono più guerre civili del solito. Una difesa nazionale forte non implica la sicurezza.
  • Il report UN Human Development del 1994 ha classificato le sfide alla sicurezza in sette tipologie: politica, economia, salute, cibo, ambiente, personale e della comunità. In molti modi,
  • raggiungere gli OSS ci renderebbe quindi più sicuri.
  • La discriminazione e le violazioni dei diritti sociali ed economici sono le cause sottostanti al conflitto, creando profondi torti e consolidando identità di gruppo che possono, in alcune circostanze, motivare alla violenza collettiva.
  • Le violazioni dei diritti civili e politici innescano spesso il conflitto. Il diniego dei diritti di partecipazione politica è associato a conflitti interni.
  • La violazione dei diritti di integrità personale, specialmente in presenza di regimi repressivi, porta al conflitto.
  • Nelle democrazie piene ci sono meno conflitti che nei paesi senza democrazia e senza una tradizione di rispetto dei diritti umani.
  • Il controllo con i droni, le videocamere negli spazi pubblici, le intercettazioni telefoniche e via internet sono tutte cose fatte in nome della sicurezza. Quanto è necessario il controllo, quali
  • diritti viola e quali diritti protegge?

I collegamenti fra l’OSS 16 ed i diritti umani si trovano nelle informazioni fornite nel paragrafo dedicato a Pace e Violenza.

VariazioniGoto top

Potete trasformare l’attività in un gioco di ruolo in cui si negoziano i budget per la spesa militare e per raggiungere gli OSS. Dividete le persone in piccoli gruppi e date loro dei ruoli come ad esempio quello di rappresentanti del Governo, di delegati delle ONG che lavorano con la povertà, HIV, educazione, un generale dell’esercito, un rappresentante di industrie che producono armi, un rappresentante dei lavoratori in un’azienda che produce armi, soldati, o altri portatori di interesse. Per ogni ruolo dovrete fornire delle informazioni, come ad esempio: 

  • Governi: la vostra priorità è di migliorare la qualità della vita dei vostri cittadini ma anche di mantenere la sicurezza del vostro paese
  • ONG: la vostra priorità è quella di ridurre drasticamente la spesa militare e porre fine al debito dei paesi più poveri
  • Rappresentante delle industrie militari: la vostra priorità è di non perdere né mercati né denaro, ma siete pronti a negoziare
  • Sindacato dei lavoratori nelle industrie militari: la vostra priorità è di vivere meglio ed in pace, ma siete preoccupati di perdere il lavoro.

Per continuare su questo temaGoto top

Stimolate una discussione su cosa potrebbe aumentare la sicurezza globale: create un set di carte con 10 obiettivi dell’OSS e chiedete ai piccoli gruppi di metterli in ordine secondo la classificazione a diamante (le istruzioni sulla classificazione a diamante sono a pagina 63). Continuate, chiedendo ai partecipanti quanto pensano che questi obiettivi possano aumentare la sicurezza globale; chiedete le motivazioni. A quali diritti umani si riferiscono gli obiettivi?

Chiedete ai partecipanti di paragonare il PIL (prodotto interno lordo) e l’ISU (indice di sviluppo umano) del proprio paese (o dell’Europa) con quelli di un paese in via di sviluppo (o dell’Africa) e poi analizzare le ragioni di inuguaglianze, nel passato e nel presente. I paesi ricchi dovrebbero assumersi la responsabilità per la mancanza di sviluppo in altri paesi?

Le attività "Accesso ai medicinali", "Posso entrare?" sui migranti o  "La stanza del potere" possono essere utilizzate per far approfondire ai partecipanti le cause e le conseguenze
delle povertà e della mancanza di sviluppo.

 

Per mettere in praticaGoto top

In una scuola o per un evento, potete trasformare l’attività in un quiz. Create il vostro quiz oppure utilizzate uno di quelli presenti in internet, ad esempio su www.boombox.com or 17goals.
org/quiz

In alternativa, riproducete i logo e la lista degli OSS in un poster e chiedete ai visitatori di commentarli. Potete anche chiedere ai partecipanti di ricercare i piani che il loro paese ha previsto per raggiungere gli OSS. Se pensate che il vostro Governo non faccia abbastanza, potete scrivere al vostro Rappresentate locale del Parlamento. Ricercate che cosa accade in Europa e scrivete ad un Membro del Parlamento Europeo.

Ulteriori informazioniGoto top

Informazioni utili

Rapporto sullo sviluppo umano:
http://hdr.undp.org/en/

Istituto internazionale per la pace
di Stoccolma - SIPRI http://
www.sipri.org/

Istituto del Terzo Mondo
http://www.item.org.uy/eng/
index.php

Ulteriori informazioni sugli Obiettivi di Sviluppo del Millennio sono reperibili su http://
www.un.org/millenniumgoals

Note

The MDG icons were originally
developed by the MDGs Campaign
in Brazil

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono stati delineati dalle Nazioni Unite nel Settembre 2015. Sono una derivazione degli Obiettivi di Sviluppo del Millennio, con l’obiettivo di assicurare – così come si intuisce dal nome – uno sviluppo sostenibile entro il 2030; un mondo senza povertà, senza fame, con educazione di qualità per tutti, pace e giustizia – un mondo dove i diritti umani vengano rispettati e siano goduti da tutti. Gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio erano 8 e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono 17 e riflettono tematiche legate allo sviluppo umano, che sono complesse e trasversali.

 

Una differenza molto importante fra gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio e gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile risiede nella comprensione del ruolo che l’insicurezza o la violenza gioca nel contrasto allo sviluppo e, in concomitanza, del ruolo che la pace e la stabilità gioca nella promozione dello sviluppo.

OSS 16, Pace e Giustizia ha 10 obiettivi:

  • 16.1 Ridurre in modo significativo e ovunque tutte le forme di violenza e le relative percentuali di morti
  • 16.2 Porre fine ad ogni abuso, sfruttamento, traffico e ogni forma di volenza e tortura nei confronti dei bambini e delle bambine
  • 16.3 Promuovere il principio di legalità a livello nazionale e internazionale e assicurare un uguale accesso alla giustizia per tutti
  • 16.4 Entro il 2030, ridurre in modo significativo i trasferimenti finanziari e il traffico di armi illegali, favorendo il recupero e la restituzione di quanto rubato, e combattere tutte le forme di crimine organizzato
  • 16.5 Ridurre in modo significativo la corruzione in tutte le sue forme
  • 16.6 Sviluppare Istituzioni ad ogni livello che siano efficaci, responsabili e trasparenti
  • 16.7 Assicurare che le decisioni siano prese ad ogni livello in modo rispondente, inclusivo, partecipativo e rappresentativo
  • 16.8 Ampliare e rafforzare la partecipazione dei paesi in via di sviluppo nelle Istituzioni di governance globale
  • 16.9 Entro il 2030, assicurare un’identità legale per tutti, ivi inclusa la registrazione della nascita
  • 16.10 Assicurare l’accesso pubblico all’informazione e proteggere le libertà fondamentali, in accordo con le norme nazionali e con gli accordi internazionali

 

I seguenti documenti forniscono informazioni approfondite:

  • Opportunity costs and the UN’s development agenda, International Peace Bureau, www.IPB.org
  • Paying for progress: how will emerging post-2015 goals be financed in the new aid landscape? www.odi.org
  • Do Human Rights Violations Cause Internal Conflict? Oskar N.T. Thoms & James Ron in Human Rights Quarterly 29 (2007) Financing an end to poverty by 2030, an infographic from www.odi.org
  • Security: The missing bottom of the Millennium Development Goals? www.odi.org

Da fotocopiare e distribuireGoto top

PDFScarica PDF

 

  • Povertà - Sconfiggere ovunque la povertà in tutte le sue forme
  • Cibo - Sconfiggere la fame, e garantire un accesso sicuro al cibo nutriente e promuovere l’agricoltura sostenibile
  • Benessere e Salute – Assicurare una vita in salute e promuovere il benessere per tutte le età
  • Educazione - Assicurare un’educazione di qualità inclusiva ed equa e promuovere opportunità di apprendimento durante tutto l’arco della vita per tutti
  • Parità di genere - Raggiungere la parità di genere e fare azioni di empowerment per le donne e le ragazze
  • Acqua pulita e servizi igienico sanitari - Assicurare la disponibilità e una gestione sostenibile dell’acqua e di servizi igienico sanitari per tutti
  • Energia pulita e accessibile - Assicurare un accesso sicuro e sostenibile a moderne fonti di energia a tutti a prezzi accessibili
  • Lavoro dignitoso e crescita economica - Promuovere una crescita economica inclusiva e sostenibile, impiego pieno e produttivo e un lavoro dignitoso per tutti
  • Partnership per gli obiettivi - Rafforzare gli strumenti di attuazione e rivitalizzare la partnership globale per lo sviluppo sostenibile
  • Ridurre le disuguaglianze - Ridurre le disuguaglianze all’interno dei paesi e fra i paesi
  • Citta e comunità sostenibili - Rendere le città e le comunità inclusive, sicure, resilienti e sostenibili
  • Consumo e produzione responsabile - Assicurare un consumo e modelli produttivi sostenibili
  • Lotta contro il cambiamento climatico – Agire urgentemente per combattere i cambiamenti climatici e il loro impatto
  • Vita sott’acqua - Conservare e utilizzare in modo sostenibile gli oceani, i mari e le risorse marine per uno sviluppo sostenibile
  • Vita sulla terra - Proteggere, restaurare e promuovere un utilizzo sostenibile dell’ecosistema terrestre, gestire in modo sostenibile le foreste, combattere la desertificazione, porre termine alla degradazione della terra e riconvertila e porre termine alla perdita di biodiversità
  • Pace, giustizia e Istituzioni solide - Promuovere società pacifiche e inclusive per uno sviluppo sostenibile, fornire accesso alla giustizia a tutti e costruire Istituzioni efficaci, responsabili
    e inclusive ad ogni livello
  • Imprese, innovazione e infrastrutture - Costruire infrastrutture resilienti, promuovere un’industrializzazione inclusiva e sostenibile e sostenere l’innovazione

 

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web