Retour

La Segretaria generale partecipa alla commemorazione di Srebrenica: la memoria e la riconciliazione sono difficili ma essenziali

Segretaria generale 11 luglio 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
La Segretaria generale partecipa alla commemorazione di Srebrenica: la memoria e la riconciliazione sono difficili ma essenziali

La Segretaria generale Marija Pejčinović Burić ha partecipato alla cerimonia di commemorazione delle vittime del genocidio di Srebrenica. Nel suo discorso, ha sottolineato l’importanza della memoria e della riconciliazione.

“Oggi siamo qui riuniti per rendere omaggio all’immensa sofferenza delle vittime, alle famiglie che hanno perso i propri cari e a quelle che cercano le persone ancora disperse”. “Il loro dolore e la loro sofferenza rimangono reali e tangibili. Ecco perché è necessario e doveroso ricordare Srebrenica. Questo è il nostro impegno per il futuro.”

“La memoria e la riconciliazione sono difficili. Ma sono essenziali. Sono necessarie affinché le persone possano comprendere, guarire e andare avanti, insieme, nell’interesse di ogni comunità. Questa cerimonia è una dichiarazione della determinazione della Bosnia-Erzegovina a farlo.”

“Srebrenica è una cicatrice che sta ancora guarendo. E non scomparirà mai completamente. Al contrario, ci ricorda gli orrori che gli esseri umani sono disposti a compiere, ma anche il nostro impegno e la nostra determinazione a fare in modo che non si ripetano mai più.”

“Dobbiamo educare i giovani a impegnarsi, a essere cittadini responsabili che partecipano alla vita democratica e a difendere i diritti di ogni singolo cittadino”, ha dichiarato la Segretaria generale.


Nous suivre Nous suivre

       

Galeries photos Galeries photos
galleries link
Facebook Facebook
@coe sur Twitter @coe sur Twitter