Indietro

Il diritto a un ambiente sano è un diritto umano universale e un’urgente necessità per tutti i livelli di governo

Congresso Strasburgo 9 agosto 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Il diritto a un ambiente sano è un diritto umano universale e un’urgente necessità per tutti i livelli di governo

Facendo eco alla risoluzione recentemente adottata dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite, in cui si dichiara che un ambiente pulito, sano e sostenibile è un diritto umano universale, il portavoce del Congresso per i diritti umani, Harald Bergmann (Paesi Bassi, GILD), ha espresso soddisfazione per questa storica decisione. “Questo riconoscimento è una svolta cruciale che dimostra l’urgenza di un’azione collettiva, a ogni livello di governo, per proteggere il nostro ambiente e combattere il cambiamento climatico”, ha dichiarato, ricordando che il Congresso ha costantemente difeso il ruolo essenziale e di primo piano svolto dalle autorità locali e regionali.

“Il Congresso è convinto che un ambiente sano e sicuro sia una condizione preliminare indispensabile per garantire il godimento dei diritti umani e rappresenti una responsabilità condivisa. Il nostro obiettivo è una “lettura in chiave ecologica“ della Carta europea dell'autonomia locale, ossia un’interpretazione delle sue disposizioni nella prospettiva della tutela ambientale, nonché il rafforzamento della posizione degli enti locali e regionali nel processo decisionale in materia ambientale”, ha sottolineato, riferendosi al rapporto adottato dalla Commissione di Monitoraggio del Congresso, in occasione della sua riunione di Istanbul lo scorso 30 giugno, che sarà discusso durante la 43a Sessione del Congresso (25-27 ottobre 2022).

Il Congresso propone di elaborare un Protocollo addizionale alla Carta, destinato a garantire una governance locale in materia ambientale e a sensibilizzare gli enti locali e regionali. Inoltre, per aiutare gli enti territoriali e le loro amministrazioni, il Congresso sta preparando un 3° volume della collana dei Manuali sui diritti umani destinati agli eletti locali e regionali, dedicato all’ambiente e allo sviluppo sostenibile, che sarà pubblicato nell’ottobre 2022.


  Diritti umani a livello locale e regionale

 Il raggiungimento degli obiettivi di sviluppo sostenibile richiede il coinvolgimento delle autorità locali e regionali in un dialogo strutturato con i governi centrali


Le garanzie previste dalla Convenzione europea dei diritti dell’uomo permettono di promuovere la protezione dell’ambiente.
Qualche esempio su come la CEDU affronta le questioni dei diritti umani legate all’ambiente.


L'agenda L'agenda
3 ottobre 2022 Dublino (Farmleigh House) (formato ibrido - 09.00 - 17.45)

Dublino: Conferenza internazionale sui diritti dei minori

5-7 ottobre 2022 Chania (Crete, Greece)

Forum consultivo annuale degli itinerari culturali

Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter