Intelligenza artificiale: Il Comitato intergovernativo avvia l’esame della fattibilità di un quadro giuridico

Strasburgo 18-20 novembre 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Il Comitato ad hoc sull’intelligenza artificiale (CAHAI), organo intergovernativo del Consiglio d’Europa incaricato di esaminare la fattibilità di un quadro giuridico per lo sviluppo, la progettazione e l’applicazione dell’Intelligenza artificiale, terrà la sua prima riunione. Procederà a uno scambio di opinioni con i massimi esperti in materia ed esaminerà le varie iniziative, politiche e strategie nazionali, nonché i lavori intrapresi fino ad oggi dal Consiglio d’Europa e da altre organizzazioni.

Il CAHAI definirà inoltre i contenuti di uno studio di fattibilità su un futuro quadro giuridico del Consiglio d’Europa sull’Intelligenza artificiale, che sarà condotto dopo ampie consultazioni con diverse parti interessate del settore privato e della società civile.

Le questioni cruciali che potrebbero essere affrontate in tale studio di fattibilità sono la necessità di una definizione comune dell’IA, la mappatura dei rischi e delle opportunità che può generare, in particolare il suo impatto sui diritti umani, lo Stato di diritto e la democrazia, e la possibilità di stabilire un quadro giuridico vincolante. La Vice Segretario generale Gabriella Battaini-Dragoni pronuncerà un discorso all’apertura della riunione.

Maggiori informazioniIl Consiglio d’Europa e l’Intelligenza artificiale

Contatto: Jaime Rodriguez, tel. + 33 3 90 21 47 04


Conferenza sulla criminalità informatica: prove nel ciberspazio, fake news e interferenza elettorale

Strasburgo 20-22 novembre 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Il Consiglio d’Europa riunirà a Strasburgo ministri e altri alti funzionari di governo, esperti legali in ambito penale, nonché rappresentanti del settore di Internet, della società civile e delle organizzazioni di protezione dei dati di tutto il mondo, al fine di potenziare la cooperazione internazionale nella lotta alla criminalità informatica durante la conferenza Octopus. Il discorso di apertura sarà pronunciato dal Segretario generale Marija Pejčinović Burić.

La conferenza esaminerà i modi di rafforzare lo Stato di diritto nel ciberspazio attraverso un Protocollo alla Convenzione di Budapest. Saranno organizzate delle consultazioni con la società civile, esperti di protezione dei dati e rappresentanti del settore che esamineranno le proposte per proteggere in modo più efficace le prove elettroniche necessarie nel quadro di indagini giudiziarie, ad esempio un’assistenza giuridica reciproca e la cooperazione diretta con i fornitori di servizi. Il Protocollo dovrebbe essere finalizzato entro la fine del 2020.

Comunicato stampa - Programma

Contatto: Estelle Steiner, tel. + 33 3 88 41 33 35


Segnaliamo inoltre…

18-22 novembre, Bari (Italia)

La prossima sessione di valutazione nell’ambito del Passaporto europeo per il riconoscimento delle qualifiche dei rifugiati (EQPR) fornirà a un gruppo di rifugiati l’opportunità di fare esaminare le loro competenze da esperti di valutazione, membri dei centri per il riconoscimento delle qualifiche personali di Germania, Armenia, Canada, Francia, Grecia, Italia e Norvegia.

L’EQPR aiuta i rifugiati a ricostruire la loro vita nei paesi di accoglienza, fornendo loro la possibilità di fare valutare le loro qualifiche anche in assenza di una documentazione completa attestante il conseguimento dei loro diplomi.

Contatto: Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04

19 novembre, Strasburgo

Il Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT) pubblicherà il rapporto relativo alla sua ultima visita di studio in Estonia, corredato dalla risposta delle autorità estoni.

Contatto: Estelle Steiner, tel. + 33 3 88 41 33 35

19 novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 9 sentenze riguardanti Lituania, Norvegia, Russia, Ucraina e Turchia.

Maggiori iformazioni - Sito web della CEDU , tel. +33 3 90 21 42 08

19 novembre, Strasburgo

Il Gruppo di esperti sulla lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (GREVIO) pubblicherà il suo primo rapporto relativo alla Francia.

Contatto: Estelle Steiner, tel. + 33 3 88 41 33 35

19 novembre, Strasburgo

Una conferenza esaminerà il potenziale del trattato aggiornato del Consiglio d’Europa sulla protezione dei dati, la “Convenzione 108+” di diventare norma mondiale. L’evento, organizzato dal Consiglio d’Europa, in cooperazione con la Computer Law and Security Review e il Politecnico di Torino, riunirà esperti sulla protezione dei dati e la vita privata provenienti da Europa, Asia Pacifico e America.

Programma - Contatto: Jaime Rodriguez, tel. + 33 3 90 21 47 04

19-21 novembre, Strasburgo

Il Comitato di Bioetica (DH-BIO) si riunirà per discutere l’adozione della bozza di Piano d’azione strategico del Consiglio d’Europa sui diritti umani e le tecnologie nel campo della biomedicina e della bozza di Guida sul dibattito pubblico.

19-21 novembre, Strasburgo (centro europeo della gioventù)

Prima riunione del Forum sull’educazione alla cittadinanza democratica europea, Edu4Europe. Circa 120 operatori del settore giovanile e dell’educazione, ricercatori, politici, esponenti di organizzazioni della società civile e di altri enti coinvolti nell’educazione alla cittadinanza democratica europea discuteranno della visione futura dell’Europa e dei mezzi necessari per fare maggiormente partecipare i giovani alla costruzione del futuro attraverso l’educazione.

Edu4Europe offre uno spazio di dialogo e scambio di esperienze, rafforza le attività condotte nel campo della gioventù e sensibilizza i decisori politici ai problemi e bisogni attuali. È organizzato dall’Agenzia francese Erasmus+ Gioventù e Sport, in cooperazione con il Ministero francese dell’Educazione e della Gioventù, il Partenariato per la Gioventù Ue-Consiglio d'Europa, il Consiglio d’Europa, le Agenzie tedesca e italiana Jugend für Europa e Agenzia Nazionale per Giovani e il Centro di risorse SALTO Europa del Sud-Est.

Programma - Contatto: Tatiana Baeva, tel. + 33 3 88 41 21 41

20 novembre, Strasburgo

L’Accordo parziale allargato sullo Sport (EPAS) terrà un seminario sul tema “Diritti umani nello Sport”, che riunirà specialisti dei Ministeri dello sport e di organizzazioni sportive, universitari ed esperti dei diritti umani di tutta Europa.

Interverrà all’apertura Jeroen Schokkenbroek, Direttore della Divisione Antidiscriminazione del Consiglio d’Europa, e l’Ambasciatore Irakli Giviashvili, Rappresentante permanente della Georgia presso il Consiglio d’Europa pronuncerà il discorso di chiusura.

L’evento è organizzato con il sostegno di varie Unità, quali il Segretariato della Convenzione contro il doping, il Programma europeo di formazione ai diritti umani per i professionisti del diritto (HELP) e la Corte europea dei diritti dell’uomo, che ospiterà la prima parte del seminario.

Programma – Maggiori informazioni

Contatto: Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04

21 novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 32 sentenze e/o decisioni riguardanti Austria, Bulgaria, Croazia, Grecia, Lituania, Repubblica di Moldova, Russia, Turchia e Ucraina.

Maggiori informaizoni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08 

21 novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo pronuncerà una sentenza di Grande Camera nel caso Ilias e Ahmed c. Ungheria, in udienza pubblica (ore 11:00).

Il caso riguarda l’espulsione verso la Serbia di due richiedenti asilo, cittadini bengalesi, dopo essere stati trattenuti per 23 giorni nella zona di transito di Röszke, situata al confine tra Ungheria e Serbia.

Maggiori informaizoni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

21 novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo pronuncerà una sentenza di Grande Camera nel caso Z.A. e altri c. Russia, in udienza pubblica (ore 11:15).

I quattro ricorrenti lamentano di essere stati privati di libertà in maniera illegale e di essere stati trattenuti nella zona di transito dell’aeroporto di Mosca Sheremetyevo dopo avere richiesto asilo. Il ricorso riguarda inoltre il loro trattamento e le condizioni di detenzione nella zona di transito.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

21 novembre, Strasburgo

Il Segretario generale, Marija Pejčinović Burić, incontrerà Sophie Cluzel, Segretario di Stato francese presso il Primo ministro, incaricata delle persone con disabilità. Incontrerà inoltre rappresentanti del Consiglio degli Ordini forensi europei (CCBE).

Contatto: Daniel Höltgen, tel. +33 6 68 29 87 51

21 novembre, Repubblica di Moldova

Una delegazione del Congresso dei poteri locali e regionali si recherà nella Repubblica di Moldova per una visita di post-monitoraggio, in vista dell’elaborazione di una roadmap per la democrazia locale e regionale nel paese, al fine di garantire l’attuazione delle raccomandazioni del Congresso. Un rapporto sulla democrazia locale e regionale nella Repubblica di Moldova è stato elaborato dal Congresso il 4 aprile 2019. Nel corso della loro visita post-monitoraggio, i relatori, Gunn Marit Helgesen e Marc Cools incontreranno le autorità locali e nazionali.


Contatti Contatti

Divisione Relazioni con i media del Consiglio d'Europa:
 

pressunit@coe.int
 

+33 3 88 41 25 60