“Enter! Settimana della gioventù: i nostri diritti, la nostra vita”

Strasburgo (Centro europeo per la gioventù) 8-11 luglio 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

In occasione del 70° anniversario del Consiglio d’Europa, sarà organizzato l’evento “Enter! Settimana della gioventù: i nostri diritti, la nostra vita”, con il sostegno della città di Strasburgo, del Ministero francese dell’Istruzione e della Gioventù e del Forum europeo della gioventù, nel quadro della Presidenza francese del Comitato dei Ministri. La manifestazione riunirà circa 200 giovani e 50 animatori giovanili, oltre a rappresentanti di autorità locali e regionali e di organizzazioni giovanili, che passeranno in rassegna il processo di attuazione della Raccomandazione Enter! (2015) sull'accesso dei giovani dei quartieri svantaggiati ai diritti sociali.

L’evento sarà aperto lunedì 8 luglio alle ore 11:30 da Gabriella Battaini-Dragoni, Vice Segretario generale del Consiglio d’Europa, Gabriel Attal, Segretario di Stato presso il Ministero francese dell’Istruzione e della Gioventù, Nawel Rafik-Elmrini, Vicesindaco della Città di Strasburgo e Anja Olin Pape, Presidente del Consiglio misto per la gioventù, nel corso di una cerimonia nell’Emiciclo del Palais de l’Europe.

L'evento è aperto ai media - Maggiori informazioni

Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41


Udienza di Grande Camera nel caso Big Brother Watch e altri c. Regno Unito

Strasburgo 10 luglio 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

La Corte europea dei diritti dell’uomo terrà un’udienza di Grande Camera nel caso Big Brother Watch e altri c. Regno Unito (ore 9:15).

Il caso riguarda i ricorsi presentati da giornalisti, attivisti e organizzazioni di difesa dei diritti umani in merito a tre programmi di sorveglianza attuati dal governo britannico: 1) intercettazione di massa dei dati raccolti dai servizi di comunicazione, 2) scambio di informazioni con i servizi di intelligence di Stati stranieri e 3) ottenimento di dati provenienti dai fornitori dei servizi di comunicazione.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08


Conferenza “Narrazioni rom sull’Olocausto: Rappresentazione, Rimembranza e Memoria collettiva”

Cracovia e Auschwitz (Polonia) 1-2 agosto 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Una conferenza internazionale sul tema “Narrazioni rom sull’Olocausto: Rappresentazione, rimembranza e memoria collettiva” si svolgerà presso l’Università pedagogica di Cracovia per commemorare l’insurrezione di Varsavia e rendere omaggio ai 500.000 Sinti e Rom assassinati nell’Europa occupata dai nazisti durante la seconda guerra mondiale.

Nel corso di una cerimonia presso il campo di concentramento e di sterminio di Auschwitz, Jeroen Schokkenbroek, Direttore della Divisione antidiscriminazione, si rivolgerà al pubblico e ai sopravvissuti dell’Olocausto e illustrerà l’azione del Consiglio d’Europa per prevenire e combattere il dilagare del razzismo, dell’antisemitismo e dell’antiziganismo in Europa.

Contatto: Panos Kakaviatos, tel. +33 3 90 21 50 27


Segnaliamo inoltre…

Proposta per una gita a Strasburgo: Mostra “70 anni del Consiglio d'Europa”
Una mostra, organizzata nell’ambito dell’anniversario del Consiglio d’Europa, sarà esposta fino al 3 settembre al Musée de l’Aubette (Place Kléber, Strasburgo).
La mostra ripercorre i 70 anni dell’Organizzazione attraverso personalità, momenti storici e le relazioni che ha intrattenuto con i suoi 47 Stati membri. Pone l’accento sul ruolo fondamentale dell’istituzione di Strasburgo nella difesa dei diritti umani, della democrazia e dello Stato di diritto nel continente.

 

7-8 luglio, Lussemburgo

Liliane Maury Pasquier, Presidente dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), pronuncerà un discorso in occasione della 28a sessione annuale dell’Assemblea parlamentare dell’OSCE. Avrà ugualmente incontri bilaterali con il Presidente dell’AP-OSCE e con il Segretario generale dell’OSCE, con il Presidente della Camera dei Deputati del Lussemburgo, il Presidente e i membri della Commissione Affari esteri ed europei, Cooperazione, Immigrazione e Asilo e con la delegazione lussemburghese presso l’APCE.

 

8 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo pronuncerà una sentenza di Grande Camera nel caso Mihalache c. Romania, in udienza pubblica (ore 9:30).

Il caso riguarda il diritto di non essere giudicato o condannato due volte per lo stesso fatto (principio ne bis in idem). Il ricorrente, il Sig. Mihalache, lamenta di essere stato processato due volte per un reato previsto dal codice della strada.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

 

8-12 luglio, Azerbaigian

La Commissaria per i diritti umani, Dunja Mijatović, effettuerà una visita nel paese.

 

9 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 15 sentenze riguardanti Belgio, Danimarca, Russia e Turchia.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

 

9 luglio, Strasburgo

Il Gruppo anti-corruzione del Consiglio d’Europa (GRECO) pubblicherà due rapporti sulla Romania. Il primo valuta la conformità del paese a 13 raccomandazioni volte a prevenire la corruzione tra parlamentari, giudici e pubblici ministeri, mentre il secondo esamina la sua ottemperanza a cinque raccomandazioni emesse nell’ambito di una valutazione ad hoc delle questioni connesse alla riforma giudiziaria.

Contatto: Jaime Rodriguez, tel. +33 3 90 21 47 04

 

9 luglio, bruxelles

Tineke Strik, relatrice dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE), sarà l’oratrice principale di un evento organizzato dal Centro per gli Studi Politici Europei (CEPS) sul tema “Pushback policies and practices in Council of Europe member states”.

Maggiori informazioni

 

10 luglio, ginevra (Svizzera)

Liliane Maury Pasquier, Presidente dell’APCE, parteciperà a un evento dal titolo “#NonNelMioParlamento - Sessismo, molestie e violenze nei confronti delle donne parlamentari”, organizzato dall’UIP, UN Women, l’APCE e la Presidenza francese del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, a margine della 41a Sessione del Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite.

 

10 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo terrà un’udienza di Grande Camera nel caso Centrum för rättvisa c. Svezia (ore 14:45).

Il ricorso è stato presentato da una fondazione di difesa dei diritti umani, secondo la quale la legislazione svedese che autorizza l’intercettazione di massa di segnali elettronici a scopo di intelligence viola il diritto alla vita privata.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

 

10-14 luglio, Budapest

L’Agora europeo di Budapest, forum pubblico che riunirà 130 giovani e decisori politici europei, si svolgerà presso il Centro europeo della gioventù di Budapest (Zivatar utca 1-3). Figurano tra gli oratori l’ex Premier italiano Enrico Letta, il Commissario europeo per l’Istruzione, la Cultura, la Gioventù e lo Sport, Tibor Navracsics, l’ex Presidente della Commissione europea Romano Prodi, la Vice Segretario generale del Consiglio d’Europa Gabriella Battaini-Dragoni. L’Agora, organizzato da Identity & Democracy, un’iniziativa civica paneuropea impegnata nella promozione della cittadinanza e dei valori europei, mira a dotare i cittadini dei mezzi per creare un futuro migliore per l’Europa e promuovere la cultura del dialogo e dello scambio.

L’evento è aperto ai media e inizierà mercoledì 10 luglio alle ore 15:00. È obbligatorio il preventivo accreditamento dei giornalisti (Nicolo Conti, +33 6 84 95 39 48).

Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

 

11 luglio, strasburgo

Il Comitato anti-tortura (CPT) pubblicherà il suo rapporto riguardante la visita ad hoc effettuata in Bulgaria nel dicembre 2018 per valutare la situazione degli stranieri trattenuti ai sensi della legislazione sull’immigrazione. La delegazione del CPT ha visitato i locali della polizia di frontiera a Elhovo, all’aeroporto di Sofia e a Svilengrad (Kapitan Andreevo), e ha effettuato visite di monitoraggio nei centri speciali di accoglienza temporanea per stranieri a Bousmantsi e Lioubimets. A Bousmantsi, la delegazione ha inoltre visitato le strutture di tipo chiuso, gestite dall’Agenzia nazionale per i rifugiati (SAR). Sarà allegata al rapporto la risposta delle autorità bulgare.

Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

 

11 luglio, strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 83 sentenze e decisioni riguardanti Armenia, Azerbaigian, Belgio, Bulgaria, Croazia, Francia, Georgia, Grecia, Ungheria, Italia, Lituania, Macedonia del Nord, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Slovacchia e Ucraina.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

 

11-12 luglio, Dudelange (lussemburgo)

Dudelange è la prima città del Lussemburgo ad aderire alla Rete delle “Città interculturali” (ICC), un programma faro mirante ad aiutare le autorità degli enti locali a predisporre politiche basate sull’integrazione interculturale. Il Capo dell’Unità “Città interculturali” e un esperto indipendente incontreranno responsabili comunali e attori locali per una “diagnosi” approfondita dei punti di forza e dei fabbisogni della città nel campo delle politiche interculturali e della governance. Il concetto “città interculturale” sarà presentato alle autorità pubbliche e alla società civile. Il programma comprende visite di studio di alcuni quartieri, di spazi pubblici e di un Centro di documentazione sulle migrazioni.

Un incontro con la stampa è previsto il 12 luglio alle ore 14:00 presso il Centro di documentazione sulle migrazioni.

Dopo la visita di studio, il Consiglio d’Europa redigerà un rapporto sul “profilo interculturale” della città, che servirà da base per avviare un’ulteriore cooperazione.

Programma - Contatto: Panos Kakaviatos, tel. +33 3 90 21 50 27

 

16 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell'uomo comunicherà per iscritto cinque sentenze riguardanti Islanda, Russia e Turchia.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

 

16-18 luglio, erevan

Su richiesta del Ministero armeno dell’Istruzione, della Scienza, della Cultura e dello Sport, il Dipartimento Gioventù del Consiglio d’Europa organizzerà una missione nel paese per valutare la situazione nel campo delle politiche giovanili, in particolare per quanto riguarda la revisione della strategia nazionale a favore della gioventù. Sulla base di tale valutazione, sarà proposta alle autorità armene una serie di raccomandazioni concrete, conformemente alle norme del Consiglio d’Europa nel campo della gioventù.
La missione, organizzata sotto l’egida del Comitato Direttivo europeo per la Gioventù (CDEJ), rientra nell’ambito delle misure di sostegno alle politiche giovanili promosse dal Consiglio d’Europa

Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

 

17-19 luglio, new-york

Il Presidente del Congresso dei poteri locali e regionali, Anders Knape, parteciperà al Forum politico di alto livello sullo sviluppo sostenibile. Questo Forum è la principale piattaforma delle Nazioni Unite in materia; ha un ruolo centrale nel monitoraggio e nella revisione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile e degli Obiettivi di sviluppo sostenibile (OSS) a livello globale. All’interno del Consiglio d'Europa, il Congresso rappresenta la dimensione locale e regionale degli OSS.

 

18 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell'uomo comunicherà per iscritto 16 sentenze e decisioni riguardanti Germania, Spagna, Francia, Georgia, Grecia, Ungheria, Italia, Paesi Bassi, Svizzera e Ucraina.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

 

21-23 luglio, Repubblica di Moldova

I corelatori dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa (APCE) per il monitoraggio degli obblighi e degli impegni della Repubblica di Moldova, effettueranno una visita informativa nel paese.

 

23 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 10 sentenze riguardanti Bosnia-Erzegovina, Lituania, Romania, Russia, Turchia e Ucraina.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU - tel. +33 3 90 21 42 08

 

25 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 26 sentenze e decisioni riguardanti Germania, Armenia, Azerbaigian, Croazia, Georgia, Grecia, Macedonia del Nord, Polonia, Portogallo, Russia, Slovacchia, Svizzera, Ucraina e Regno Unito.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU - tel. +33 3 90 21 42 08

 

30 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto due sentenze riguardanti la Turchia.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU - tel. +33 3 90 21 42 08

 

2 agosto, Strasburgo

Una cerimonia si terrà sul piazzale antistante il Palais de l’Europe alle ore 12:00, in occasione della “Giornata di commemorazione dell’Olocausto dei Rom”.

Il 2019 segna il 75° anniversario del 2 agosto 1944, data in cui furono sterminati circa 3.000 Rom nelle camere a gas del cosiddetto “Zigeunerlager” (campo degli Zingari) di Auschwitz-Birkenau.

Contatto: Panos Kakaviatos, tel. +33 3 90 21 50 27

 

27 agosto, strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 11 sentenze riguardanti Malta, Russia e Serbia.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU - tel. +33 3 90 21 42 08

 

27-28 agosto, Praga

Nell’ambito del Premio per i diritti umani Václav Havel 2019 dell’APCE, una prima riunione della giuria farà una preselezione di tre candidati/e.

 

29 agosto, strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto due sentenze riguardanti Serbia e Spagna.

Maggiori informazioni - Sito web della CEDU - tel. +33 3 90 21 42 08

 

31 Agosto, Berlino

La Fondazione wannseeFORUM di Berlino riceverà il Label di qualità del Consiglio d'Europa per i centri della gioventù per il periodo 2019-2021. La cerimonia si svolgerà alla presenza di Sigrid Klebba, Segretario di Stato presso il Dipartimento dell’Istruzione, della Gioventù e della Famiglia del Senato di Berlino e di Antje Rothemund, Capo del Dipartimento Gioventù del Consiglio d’Europa.

Il Label è un riconoscimento conferito ai centri della gioventù che si sono particolarmente distinti per le loro realizzazioni a favore della promozione dei valori del Consiglio d’Europa nelle politiche giovanili. La Fondazione wannseeFORUM sarà il 14° Centro della gioventù a ottenere il Label.

Il Comitato Direttivo europeo per la Gioventù (CDEJ) ha deciso di assegnare il Label del Consiglio d’Europa alla Fondazione wannseeFORUM per ricompensare il suo eccellente approccio pedagogico nei programmi di educazione politica, mediatica e artistica. La Fondazione wannseeFORUM, il più vecchio centro di formazione per giovani residenti a Berlino, opera a favore dei giovani tra i 12 e i 27 anni della Città e dello Stato federale di Berlino.

Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41


Contatti Contatti

Divisione Relazioni con i media del Consiglio d'Europa:
 

pressunit@coe.int
 

+33 3 88 41 25 60