Il Consiglio d’Europa partecipa al Forum sulla governance di Internet a Parigi

Parigi (UNESCO) 12-14 novembre
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Una delegazione del Consiglio d’Europa parteciperà ai dibattiti che si terranno al Forum sulla governance di Internet (FGI) sul tema “Internet di fiducia”.

Durante il Forum, che riunirà rappresentanti di governi, organizzazioni internazionali, aziende, società civile, mondo accademico e settore tecnologico, il Consiglio d’Europa apporterà il proprio contributo al dibattito sulla difesa dei diritti umani e della democrazia online. Fra i temi trattati nei workshop organizzati dal Consiglio d’Europa, o ai quali l'organizzazione parteciperà, figurano la disinformazione, l’intelligenza artificiale, i diritti dei minori, la protezione dei dati, il diritto alla privacy e il discorso dell’odio (programma).

Per maggiori informazioni – Contatto: Estelle Steiner, tel. +33 3 88 41 33 35 ; cell. +33 6 08 46 01 57


Segnaliamo inoltre…

12-16 Novembre, Romania

Dunja Mijatović, Commissario per i diritti dell’uomo, effettuerà una visita nel paese, dove si concentrerà principalmente sui diritti delle persone portatrici di handicap e la violenza sulle donne.

12-16 Novembre, Milano e torino

La prossima sessione di valutazione del “Passaporto europeo delle competenze di rifugiati (EQPR)” si svolgerà in Italia. A esaminare le qualifiche dei rifugiati saranno valutatori di Centri europei nazionali di informazione (ENIC/NARIC) di Francia, Germania, Grecia, Italia e Norvegia.

L’EQPR è l’unico strumento internazionale volto a facilitare il riconoscimento delle qualifiche dei rifugiati, anche in mancanza di documentazione completa. È un documento che, qualora necessario, i rifugiati possono utilizzare anche in altri paesi europei, senza la necessità di ulteriori valutazioni. In questo modo costi e sforzi sono ridotti sia per i rifugiati che per le autorità pubbliche.

Contatto : Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04

13 Novembre, Strasburgo

Il Segretario generale, Thorbjørn Jagland, incontrerà Michèle Coninsx, Sottosegretario generale e direttore esecutivo della Direzione esecutiva del Comitato antiterrorismo dell’ONU e Lasha Darsalia, Vice Ministro georgiano degli Affari esteri.

Contatto: Daniel Höltgen, tel. +33 6 68 29 87 51

13 Novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo terrà un’udienza nei casi Elçi c. Turchia, Ahmet Tunç e altri c. Turchia e Tunç e Yerbasan c. Turchia (ore 9:15).

I casi riguardano eventi sopravvenuti durante il coprifuoco imposto in Turchia dall’agosto 2015.

Per maggiori informazioni - ECHR website, tel. +33 3 90 21 42 08

13 Novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo pubblicherà per iscritto 11 sentenze riguardanti Estonia, Repubblica di Moldova, Romania, Russia, Turchia e Ucraina.

Per maggiori informazioniSito internet della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

13-15 Novembre, Baku

Gabriella Battaini-Dragoni, Vice Segretario generale, parteciperà alle riunioni del Comitato Esecutivo e del Consiglio di fondazione dell’Agenzia mondiale antidoping (AMA).

Contatto: Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04

13-15 Novembre, Lubiana

Il Partenariato Ue/Consiglio d'Europa per la gioventù organizzerà un seminario di formazione sulle attività di animazione giovanile, destinato ad approfondire lo studio della situazione degli animatori giovanili nella regione e a promuovere un’ampia gamma di strumenti europei di supporto.

L’attività mira a rafforzare le attività di animazione giovanile nella regione.

Il seminario sarà aperto alla stampa (Ufficio per la gioventù della Repubblica slovena, Masarykova 16).

Per maggiori informazioni – Contatto : Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

13-15 Novembre, Limassol (Cipro)

La città di Limassol, aderente dal 2011 al Programma delle Città interculturali (ICC), ha sviluppato una Strategia interculturale e ha creato un Consiglio interculturale.

In cooperazione con il Programma ICC e la Direzione della polizia cipriota a Limassol, la città organizzerà un corso di formazione per agenti della polizia cipriota ed esponenti della società civile, per illustrare le pratiche attuali delle attività di polizia in un approccio interculturale. Grazie alla presenza di formatori della polizia municipale di Lisbona, di Madrid e di Fuenlabrada (Spagna), i partecipanti di Limassol avranno non soltanto l’occasione di approfondire le migliori prassi seguite in un’altra parte dell’Europa per affrontare sfide sociali simili alle loro, ma anche di costruire un partenariato locale di lunga durata sulle questioni riguardanti le attività di polizia, la sicurezza e la protezione in un approccio interculturale.

Contatto: Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04

14 Novembre, Strasburgo

Il Segretario Generale Thorbjørn Jagland incontrerà Jacek Czaputowicz, Ministro degli Affari esteri della Polonia, e Ivan Brajović, Presidente del Parlamento del Montenegro.

Contatto: Daniel Höltgen, tel. +33 6 68 29 87 51

14-15 Novembre, Podgorica (hotel Centre Ville), Montenegro

Una conferenza regionale intitolata “Società tolleranti e inclusive nei Balcani occidentali” consentirà di esaminare la definizione di norme, il monitoraggio e la cooperazione in materia di lotta contro le discriminazioni e il discorso di incitamento all’odio e protezione dei diritti delle minoranze.

Pronunceranno un discorso di apertura l’Ambasciatore Zoran Jankovic, Segretario di Stato agli Affari politici presso il ministero degli Affari esteri del Montenegro, l’Ambasciatore Aivo Orav, Capo della Delegazione dell’Unione europea in Montenegro e Christian Ahlund, membro ed ex Presidente dell’ECRI. Figurano tra gli oratori Goran Svilanovic, Segretario generale del Consiglio per la cooperazione regionale, nonché rappresentanti dell’Ue e del Consiglio d’Europa. La conferenza si svolge nell’ambito dell’iniziativa congiunta Ue/Consiglio d’Europa “Strumento di cooperazione orizzontale per i Balcani occidentali e la Turchia”, finanziata dall’Ue e cofinanziata e attuata dal Consiglio d’Europa.

La conferenza sarà aperta ai media. Sono previsti comunicati stampa il 14 novembre dalle ore 11:00 alle 11:30.

Programma - Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

14-16 Novembre, Oslo

Il Consiglio d’Europa, in partenariato con il Centro European Wergeland Centre (che festeggia il suo 10° anniversario), lancerà la sua nuova iniziativa in materia di istruzione intitolata “Esprimersi in libertà, imparare in sicurezza – Scuole democratiche per tutti”, della durata di quattro anni. Si propone sei obiettivi principali: fare sentire la voce dei bambini e degli scolari, trattare questioni controverse, prevenire la violenza e il bullismo, combattere la propaganda, la disinformazione e le fake news, combattere la discriminazione e migliorare il benessere a scuola.

Il Segretario generale, Thorbjørn Jagland, parteciperà alla cerimonia per il lancio dell’iniziativa.

Contatti: Daniel Höltgen, tel. +33 6 68 29 87 51 ; Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04;

European Wergeland Centre : Øystein Sassebo Bryhni, tel. +47 968 89 009

15 Novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo pronuncerà una sentenza di Grande Camera nel caso Navalnyy c. Russia, in udienza pubblica (ore 10:30).

Il ricorrente lamenta il fatto che il suo arresto, la sua detenzione e i procedimenti avviati per sette volte nei suoi confronti per reati amministrativi tra il 2012 e il 2014 hanno costituito una violazione dei suoi diritti ed erano motivati da ragioni politiche.

Per maggiori informazioni Sito internet della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

15 Novembre, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 54 sentenze e/o decisioni riguardanti Azerbaigian, Bulgaria, Croazia, Grecia, Lettonia, Lituania, Paesi Bassi, Polonia, Romania, Russia, Serbia, Turchia, Ucraina e Ungheria.

Per maggiori informazioniSito internet della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

15-16 Novembre, Lisbona (Centro Ismaili)

La 24a edizione del Forum di Lisbona, organizzata dal Centro Nord-Sud, verterà sul tema “Gioventù, pace e sicurezza: consolidare l’impegno dei giovani a favore della pace e dei processi democratici nella regione euro-mediterranea”.

Rappresentanti di Governi, Parlamenti, autorità regionali e locali e della società civile esamineranno le possibilità di coinvolgere maggiormente i giovani nei processi decisionali, al fine di garantire la pace e la democrazia nella Regione euro-mediterranea, nell’ambito della risoluzione 2250 (2015) del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite.

Il Forum, organizzato in partenariato con la Rete United Network of Young Peacebuilders (UNOY) e con il Forum europeo della Gioventù (EYF), è ugualmente sostenuto dal Network Aga Khan per lo sviluppo. È finanziato dall’Ue e attuato dal Consiglio d’Europa nell’ambito del Programma Sud III “Verso un rafforzamento della governance democratica nel Mediterraneo meridionale”.

Il Forum sarà aperto ai media.

Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41


Contatti Contatti

Divisione Relazioni con i media del Consiglio d'Europa:
 

pressunit@coe.int
 

+33 3 88 41 25 60