La Carta europea della lingue regionali o minoritarie è la Convenzione europea per la tutela e la promozione delle lingue utilizzate da minoranze tradizionali. Insieme alla Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali, rappresenta l’impegno del Consiglio d’Europa a favore della protezione di tali minoranze.

Le lingue regionali o minoritarie fanno parte del patrimonio culturale europeo e la loro tutela e promozione contribuiscono alla costruzione di un’Europa fondata sulla democrazia e la diversità culturale.

La Carta, elaborata a partire da un testo proposto dalla Conferenza permanente dei poteri locali e regionali d’Europa, è stata adottata sotto forma di convenzione il 25 giugno 1992 dal Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, ed è stata aperta alla firma a Strasburgo il 5 novembre 1992. È entrata in vigore il 1° marzo 1998.  

 Per ottenere maggiori informazioni sulla Carta europea delle lingue regionali o minoritarie

Visualizzazione Contenuto Web Visualizzazione Contenuto Web

Visual Identity European Charter for Regional and minority languages

quiz quiz
Segretariato della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie

Direzione della governance democratica e dell'antidisciminazione
DGII Democrazia
Consiglio d'Europa
Agora, 1 quai Jacoutot
F-67075 Strasburgo Cedex, Francia
Tel: +33 (0)3 90 21 61 85

 Scrivici