Indietro

Il Segretario generale del Consiglio d’Europa Thorbjørn Jagland esorta al dialogo sulla campagna estera turca

Segretario generale Strasburgo 12 marzo 2017
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Il Segretario generale del Consiglio d’Europa Thorbjørn Jagland esorta al dialogo sulla campagna estera turca

Il Segretario generale del Consiglio d’Europa Thorbjørn Jagland ha risposto oggi alle crescenti tensioni tra la Turchia e altri Stati membri del Consiglio d’Europa:

"La situazione sta danneggiando la diplomazia e la democrazia. Non possiamo permetterci che si aggravi ulteriormente. 

Tutti i cittadini turchi, all’interno e all’esterno del paese, dovrebbero avere ampie possibilità di essere informati sui pro e sui contro degli emendamenti costituzionali proposti e di intraprendere una discussione aperta, equa e inclusiva nella campagna referendaria.

Gli eventi della campagna all’estero richiedono una stretta collaborazione tra le autorità turche e le loro controparti straniere. Tutte le parti coinvolte dovrebbero raggiungere un accordo sulle modalità di tali eventi attraverso un dialogo costruttivo e con tempo a sufficienza per consentire i preparativi amministrativi necessari.

Tutti gli incontri pubblici e le campagne politiche svolti negli Stati membri del Consiglio d’Europa dovrebbero essere condotti conformemente alla legislazione nazionale e alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo", ha dichiarato.

Si consulti anche:

La Turchia e il Consiglio d'Europa

Video intervista a Daniel Höltgen, Portavoce del Segretario generale


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter