Guarda e non dimenticare: i giovani europei commemorano il genocidio dei Rom

Cracovia e Auschwitz (Polonia) 29 luglio-4 agosto
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Il Network internazionale di giovani Rom ternYpe organizzerà, insieme alle sue organizzazioni partner e con il sostegno del Dipartimento della Gioventù del Consiglio d’Europa, un evento educativo e di commemorazione che riunirà circa 200 giovani Rom e non Rom. L’iniziativa Dikh He Na Bister (Guarda e non dimenticare) persegue essenzialmente lo scopo di sensibilizzare i giovani europei, la società civile e i decisori politici sul genocidio dei Rom e sui meccanismi del fenomeno dell’antiziganismo, nel difficile contesto delle sfide poste oggi all’Europa dal dilagare del razzismo, dei discorsi di incitamento all’odio e dell’estremismo. Il Consiglio d’Europa sostiene le attività condotte dal Network ternYpe e dalle giovani generazioni rom, che consistono nell’effettuare ricerche, organizzare dibattiti e fare conoscere il senso del genocidio dei Rom, in quanto modo per fornire una comprensione dei diritti umani, della storia e promuovere la lotta contro la discriminazione.  

Il manuale Il diritto al ricordo, dedicato alla commemorazione del genocidio dei Rom, è stato elaborato nell’ambito del progetto Piano d'azione per i giovani Rom, volto ad aiutare tutti gli interessati a promuovere la sensibilizzazione sul genocidio dei Rom e la lotta contro la discriminazione nei loro confronti.

Contatto: Panos Kakaviatos, tel. +33 3 90 21 50 27


Università estiva per giovani rifugiati, in quanto attori dell’integrazione sociale e del dialogo interculturale

Braga (Portogallo) 27 agosto-3 settembre
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

L’università estiva riunirà giovani rifugiati e animatori giovanili che si adoperano per favorire l’integrazione sociale dei rifugiati e lo sviluppo delle competenze dei partecipanti, destinati a svolgere il ruolo di moltiplicatori di risorse nell’ambito della partecipazione giovanile, della cittadinanza democratica e del dialogo interculturale. I partecipanti avranno l’occasione di sviluppare le loro competenze in materia di educazione ai diritti umani, uguaglianza di genere, leadership e spirito imprenditoriale. Questi corsi estivi sono frutto di una cooperazione tra il Dipartimento della Gioventù del Consiglio d’Europa e la Global Platform for Syrian Students, in partenariato con le ONG Kiron Open Higher Education e Voice of Young Refugees in Europe.

Parallelamente, un gruppo di esperti elaborerà un progetto di linee guida per sostenere i minori rifugiati e favorirne il passaggio alla vita adulta, poiché rappresentano uno dei gruppi target prioritari per il Consiglio d’Europa.Questi orientamenti di politica generale rientrano nell’ambito del Piano d'azione del Consiglio d'Europa sulla protezione dei minori rifugiati e migranti.
 

Maggiori informazioni - Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41


Università europea dedicata alle politiche giovanili

Budapest 29-31 agosto
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

L’università europea dedicata alle politiche giovanili (“Università estiva”) riunirà una quarantina di rappresentanti di ministeri delle politiche giovanili e di organizzazioni giovanili di diversi paesi europei, con l’obiettivo di promuovere una migliore comprensione delle impostazioni europee in materia di politiche a favore della gioventù. Contribuirà a familiarizzare i partecipanti con i valori, gli obiettivi, i programmi e le strutture del Consiglio d’Europa e del suo Dipartimento della Gioventù. Il corso consentirà inoltre di scambiare opinioni e conoscenze su questioni relative alle politiche giovanili dibattute in seno al settore della gioventù del Consiglio d’Europa. Il programma alternerà interventi e visite di studio sul campo. Questa metodologia aiuterà i partecipanti a comprendere le implicazioni pratiche sul piano delle politiche a favore della gioventù.

Maggiori informazioni - Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41


Segnaliamo inoltre...

30 giugno-4 luglio, Poznań (Polonia)
Il Consiglio d’Europa organizzerà, in collaborazione con il Centro Horyzonty per le iniziative per la gioventù, un “Corso di formazione nazionale sull’educazione ai diritti umani- rafforzare le competenze nella lotta contro il discorso dell’odio e promuovere la cooperazione con gli educatori in materia di diritti umani”. Il corso mira a sviluppare le competenze dei partecipanti nel campo dell’educazione ai diritti umani e dell’utilizzo degli strumenti “Compass” e “Bookmarks”, elaborati dal Consiglio d’Europa. L’attività si propone di rafforzare i Network polacchi per l’educazione ai diritti umani nel campo dell’educazione non formale.

Maggiori informazioni

3 luglio, Strasburgo

Il Segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjørn Jagland, incontrerà Alexey Meshkov, Vice Ministro degli Affari esteri della Russia.

Contatto : Daniel Höltgen, tel. +33 6 68 29 87 51

3 luglio, Strasbourg (aula G1, Agora)

Il Consiglio d’Europa fornirà il suo supporto all’organizzazione di una riunione di un Network di partner europei di First Draft, organizzazione che effettua ricerche sul tema della diffusione di false notizie o della disinformazione e partecipa a un certo numero di progetti per l’accertamento dei fatti, in particolare i progetti CrossCheck, relativi alle elezioni francesi e tedesche. Scopo principale della riunione sarà quello di scambiare informazioni sulla portata delle notizie false o della disinformazione oggi in Europa e di condividere le buone pratiche, al fine di predisporre altre iniziative e promuovere tecnologie in grado di assistere i media e i giornalisti. La riunione sarà aperta ai media dalle ore 9:30 alle 13:00.

Maggiori informazioni e programma
Contatto: Jaime Rodriguez, tel. +33 3 90 21 47 04

3 luglio, Strasburgo

Il Gruppo di esperti sulla lotta alla tratta di esseri umani del Consiglio d’Europa (GRETA) pubblicherà il suo primo rapporto sulla Bielorussia.
Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

4 luglio, Strasburgo
Il Segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjørn Jagland, incontrerà Goran Klemenčič, Ministro della Giustizia della Slovenia.
Contatto : Daniel Höltgen, tel. +33 6 68 29 87 51

4 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 10 sentenze riguardanti Croazia, Islanda, Lituania, Polonia, Portogallo, Romania e Russia.
Maggiori informazioniSito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

4-7 luglio, Snovjanka (Ucraina)

Il Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa organizzerà un Forum per la democrazia locale in Ucraina, che riunirà sindaci, consiglieri comunali e giovani leader locali. Le discussioni saranno imperniate intorno a due grandi tematiche: la democrazia rappresentativa e le sue sfide e la partecipazione dei cittadini. I partecipanti al Forum avranno la possibilità di discutere questioni quali la rappresentanza politica femminile, l’impegno dei giovani, la fiducia dei cittadini nei confronti dei loro rappresentanti eletti e di scambiare buone pratiche su come rinnovare il dialogo con i cittadini grazie all’innovazione democratica e partecipativa.

Comunicato stampa - Accreditamento

5 luglio, Strasburgo
Il Segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjørn Jagland, incontrerà Federica Mogherini, Alto Rappresentante dell’Unione europea per gli Affari esteri e la politica di sicurezza.
Contatto : Daniel Höltgen, tel. +33 6 68 29 87 51

5 luglio, Strasburgo
Il Gruppo di Stati contro la corruzione del Consiglio d’Europa (GRECO) pubblicherà un rapporto sulla trasparenza del finanziamento dei partiti politici in Svezia.
Contatto: Päivi Suhonen, tel. +33 3 90 21 53 70

5-7 luglio, Lussemburgo
 Il Commissario per i diritti umani Nils Muižnieks, condurrà una visita nel paese.

5-7 luglio, Strasburgo (centro europeo della gioventù)

Un seminario sull’accesso dei giovani ai diritti riunirà il Consiglio consultivo della gioventù, il Comitato direttivo europeo per la gioventù, oltre a rappresentanti dei consigli nazionali della gioventù, animatori di associazioni giovanili ed esponenti di organizzazioni della società civile attive nel campo della difesa dei diritti umani. I partecipanti potranno individuare e suggerire misure a sostegno dell’attuazione della Raccomandazione sull'accesso ai diritti, che invita gli Stati membri a porre rimedio alle pratiche discriminatorie che incidono negativamente sui diritti dei giovani e a promuovere politiche giovanili atte a facilitare l’accesso dei giovani ai loro diritti. Il seminario consentirà inoltre di tracciare una mappatura della situazione, evidenziando i casi attuali in cui i giovani hanno un accesso limitato ai diritti e le risposte fornite per rimediare alle lacune. Il seminario mira a rafforzare la capacità dei partecipanti di sostenere l’applicazione della raccomandazione e intende contribuire a definire i diversi ruoli che potrebbero svolgere i vari soggetti interessati nella sua attuazione.

Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

6 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto 63 sentenze e/o decisioni riguardanti Austria, Belgio, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Francia, Germania, Hungary, Portogallo, Regno Unito, Romania, Russia, Serbia, Slovenia, Turchia, Ucraina e Ungheria.
Maggiori informazioniSito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

11 luglio, Bucarest
La Commissione europea e il Consiglio d’Europa organizzano una conferenza nell’ambito dell’iniziativa congiunta ROMACT, destinata ad assistere i sindaci e le amministrazioni comunali a cooperare con le comunità Rom locali per elaborare politiche inclusive. L’evento “ROMACT in azione in Romania” riunirà circa 180 partecipanti che operano a livello nazionale e locale, compresi i comuni aderenti all’iniziativa ROMACT, gruppi di azione locale, rappresentanti di ministeri, di organizzazioni internazionali ed esponenti della comunità diplomatica a Bucarest per fare il punto sull’attuazione del programma ROMACT. I partecipanti esamineranno inoltre in tale occasione l’utilizzo dei fondi Ue destinati all’inclusione dei Rom. L’evento si svolgerà presso l’hotel Crowne Plaza Bucarest (Bulevardul Poligrafiei 1) e sarà aperto ai media.
Contatto: Panos Kakaviatos, tel. +33 3 90 21 50 27

11 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto delle sentenze.
Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

12 luglio, Strasburgo

La Corte europea dei diritti dell’uomo terrà un’udienza di Grande Camera nel caso Zubac c. Croazia.
Il caso riguarda il rifiuto della Corte suprema croata di esaminare un ricorso riguardante un contenzioso immobiliare.

Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

13 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto delle sentenze.
Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

13 luglio, Kazan (Russia)
Gabriella Battaini-Dragoni, Vice Segretario generale, parteciperà alla sesta conferenza internazionale dei ministri e degli alti funzionari responsabili di educazione fisica e sport. (MINEPS VI).
Contatto: Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04

18 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto delle sentenze.
Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

18-19 luglio, Ginevra (Svizzera)
L’accordo europeo e mediterraneo sui grandi rischi (EUR-OPA) sarà presentato in occasione del Dialogo internazionale sulla migrazione 2017 “Comprendere le vulnerabilità dei migranti: un approccio fondato sulla prospettiva di un patto mondiale che permetta di ridurre le vulnerabilità e conferire maggiori responsabilità ai migranti”, organizzato dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni (IOM). In questo contesto, EUR-OPA lancerà una pubblicazione congiunta con l’IOM intitolata migranti e prevenzione dei rischi di catastrofi: pratiche di inclusione.

18-21 luglio, Serbia
Samad Seyidov e Maria Guzenina, co-relatori dell’APCE per il monitoraggio degli obblighi e degli impegni della Serbia, effettueranno una visita conoscitiva nel paese.

19-23 luglio, Kostenec (Bulgaria)
L’associazione “Infinite Opportunities” organizzerà, in collaborazione con il Consiglio d’Europa, un corso di formazione all’educazione ai diritti umani. Tale attività mira a rafforzare le capacità della rete bulgara di attivisti e a diffondere efficacemente Compass, il manuale per insegnare ai giovani a mettere in pratica i diritti umani presso gli educatori ai diritti umani e i giovani attivisti per la difesa dei diritti umani.

20 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto delle sentenze e delle decisioni.
Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

22 luglio
Il movimento contro il discorso dell’odio (No Hate Speech Movement) organizzerà un’azione comune per ricordare le vittime dei crimini motivati dall’odio. La Giornata d'azione per commemorare le vittime dei crimini motivati dall'odio, celebrata nella ricorrenza dell’attentato terroristico d’Utøya, in Norvegia, nel 2011, intende evidenziare lo stretto legame tra i discorsi dell’odio e i crimini motivati dall’odio.  44 campagne nazionali e numerosi attivisti online faranno conoscere le storie delle vittime e delle persone prese di mira dal discorso dell’odio, organizzando attività pedagogiche, commemorazioni e campagne per chiedere l’adozione di misure legali contro i crimini fomentati dall’odio.

25 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto delle sentenze.
Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

27 luglio, Strasburgo
La Corte europea dei diritti dell’uomo comunicherà per iscritto delle sentenze e delle decisioni.
Sito web della CEDU, tel. +33 3 90 21 42 08

15 Agosto, Polonia
Cerimonia di consegna del Premio Europa 2017 alla città di Lublino.

21-25 Agosto, regione di kaluga (Russia)

Un campo giovani, organizzato dal Consiglio nazionale della gioventù della Russia e dal Dipartimento della Gioventù del Consiglio d’Europa, con il sostegno del ministero dell’Istruzione e della Scienza della Federazione russa e dell’Agenzia federale russa per la Gioventù, riunirà circa 150 giovani di origini etniche, religiose e culturali molto diverse, provenienti da Stati membri del Consiglio d’Europa e da paesi della Comunità degli Stati indipendenti. Il campo giovani intende sviluppare le competenze dei partecipanti in materia di dialogo interculturale e rafforzare le loro capacità di svolgere un ruolo attivo per promuovere il dialogo interculturale all’interno delle loro comunità.

 Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

22-25 Agosto, Repubblica di Moldova

Nell’ambito del Piano d'azione a favore dei giovani Rom il Consiglio d’Europa organizza un corso di formazione per promuovere la partecipazione giovanile e l’auto-organizzazione di giovani Rom provenienti dalla Repubblica di Moldova e dalla Romania. Vi parteciperanno inoltre rappresentanti dei Consigli nazionali della gioventù e di amministrazioni statali, quali i servizi per le minoranze e per i Rom. L’attività mira a rafforzare la capacità dei partecipanti a sviluppare l’autonomia e l’auto-organizzazione e a sostenere la partecipazione dei giovani Rom nei processi decisionali a livello locale e regionale.
Contatto: Tatiana Baeva, tel. +33 3 88 41 21 41

29 Agosto, Praga
Premio dei diritti umani Václav Havel 2017 dell’APCE: prima riunione della giuria che terrà una preselezione di tre candidati.

30 Agosto, Strasburgo
La Vice Segretario generale Gabriella Battaini-Dragoni parteciperà all’apertura del Congresso internazionale dell’Associazione europea di teologia cattolica e della Facoltà di teologia cattolica dell’Università di Strasburgo.
Contatto: Giuseppe Zaffuto, tel. +33 3 90 21 56 04


Contatti Contatti

Divisione Relazioni con i media del Consiglio d'Europa:
 

pressunit@coe.int
 

+33 3 88 41 25 60