Indietro

Corruzione tra i giudici: Il CCJE adotta un parere

Il Consiglio consultivo dei giudici europei (CCJE) Strasburgo 29 novembre 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Shutterstock.com

Shutterstock.com

La corruzione tra i giudici è una delle principali minacce per la società e il funzionamento di uno Stato democratico. Mina l'integrità giudiziaria, essenziale per lo Stato di diritto e valore fondamentale del Consiglio d'Europa. L'integrità giudiziaria è il primo requisito per l'efficacia e l'imparzialità dei sistemi giudiziari nazionali. È strettamente correlata all'indipendenza della magistratura. Rafforza la fiducia dell'opinione pubblica nel sistema giudiziario e, di conseguenza, nel sistema politico in generale.

Il Consiglio consultivo dei giudici europei (CCJE) del Consiglio d'Europa ha appena adottato un parere sul tema "Prevenire la corruzione tra i giudici".

Tramite tale parere, i giudici europei dei 47 Stati membri del Consiglio d'Europa adottano una posizione comune su come garantire l'integrità dei giudici e lottare contro la corruzione, sia prevenendo qualsiasi tentativo di corruzione in seno al potere giudiziario, sia rendendo il giudice uno dei principali attori in questa lotta.


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter