Indietro

Gli Stati dovrebbero applicare in modo efficace la responsabilità delle persone giuridiche nei reati di riciclaggio di capitali: rapporto della Convenzione di Varsavia

Council of Europe Strasburgo 20 Gennaaio 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Gli Stati dovrebbero applicare in modo efficace la responsabilità delle persone giuridiche nei reati di riciclaggio di capitali: rapporto della Convenzione di Varsavia

La Conferenza delle Parti della Convenzione di Varsavia del Consiglio d’Europa ha chiesto ai suoi Stati Parti di applicare in modo efficace la responsabilità delle persone giuridiche nei reati di riciclaggio di capitali.

In un rapporto pubblicato oggi, la Conferenza delle Parti della Convenzione del Consiglio d’Europa sul riciclaggio, la ricerca, il sequestro e la confisca dei proventi di reato e sul finanziamento del terrorismo, nota anche come “Convenzione di Varsavia”, valuta l’istituzione, da parte dei 36 Stati interessati, delle misure legislative e di altra natura volte a garantire che le persone giuridiche vengano ritenute responsabili dei reati di riciclaggio di capitali commessi a loro nome e a loro vantaggio.

La responsabilità delle persone giuridiche risulta particolarmente preziosa nella lotta contro il riciclaggio di capitali poiché gli autori di tali reati fanno spesso ricorso a società, associazioni di beneficienza e imprese commerciali per riciclare i loro proventi illeciti. Attraverso sofisticati schemi di riciclaggio di capitali, riescono spesso a evitare qualsiasi responsabilità camuffando il loro coinvolgimento nel reato e approfittando delle lacune dei sistemi di sanzionamento delle persone giuridiche e di confisca dei proventi illeciti.

Il rapporto conclude che 17 paesi (Azerbaigian, Cipro, Croazia, Georgia, Grecia, Ungheria, Italia, Lettonia, Lituania, Malta, Repubblica di Moldova, Romania, Portogallo, San Marino, Serbia, Repubblica slovacca e Svezia) hanno completamente recepito tutte le disposizioni dell’articolo 10.

La Convenzione del Consiglio d’Europa sul riciclaggio, la ricerca, il sequestro e la confisca dei proventi di reato e sul finanziamento del terrorismo (STCE n. 198), aperta alla firma nel 2005 a Varsavia, è il primo trattato internazionale che copre contemporaneamente la prevenzione e il controllo del riciclaggio di capitali e il finanziamento del terrorismo.

La Conferenza delle Parti monitora la conformità degli Stati Parti alla convenzione.


 Press release
States should effectively apply corporate liability to money laundering offences: Warsaw Convention report


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter