Indietro

San Marino: l'organismo anti-corruzione del Consiglio d’Europa chiede una riforma strutturale del sistema giudiziario

Gruppo di Stati contro la corruzione Strasburgo 29 settembre 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
San Marino: l'organismo anti-corruzione del Consiglio d’Europa chiede una riforma strutturale del sistema giudiziario

In un nuovo rapporto, l’organismo anti-corruzione del Consiglio d’Europa (GRECO) raccomanda la modifica della composizione del Consiglio della magistratura per limitare l’influenza politica. Chiede inoltre una nuova valutazione del carico di lavoro, delle procedure interne e delle risorse del tribunale al fine di migliorare e semplificare il suo funzionamento. Occorre potenziare anche la trasparenza e l’accessibilità delle informazioni pubbliche sul lavoro delle istituzioni giudiziarie.

Si potrebbe fare di più in materia di responsabilità giudiziaria, in particolare sviluppando un approccio globale all’integrità giudiziaria e migliorando la regolamentazione delle azioni disciplinari per incrementare l’oggettività, la proporzionalità e l’efficienza. Il GRECO ha chiesto anche di assicurare la coerenza, l’oggettività, la trasparenza e l’equità nell’assegnazione dei casi, in particolar modo rafforzando i criteri di assegnazione.

Il rapporto esamina inoltre i meccanismi di prevenzione della corruzione in seno al Consiglio Grande e Generale e raccomanda l’adozione di un codice di condotta per i parlamentari, nonché l’introduzione di un sistema di dichiarazione pubblica di patrimonio e interessi. L’attuazione delle 14 raccomandazioni rivolte a San Marino sarà oggetto di una valutazione da parte del GRECO nel quadro della sua procedura di conformità durante il secondo semestre 2022.

Il Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) è un organismo del Consiglio d'Europa che mira a migliorare la capacità dei suoi membri di combattere la corruzione garantendo la conformità agli standard anticorruzione. Aiuta gli Stati a individuare le carenze delle politiche nazionali anticorruzione e li incoraggia a condurre le necessarie riforme legislative, istituzionali e pratiche. Attualmente riunisce i 47 Stati membri del Consiglio d'Europa, la Bielorussia, il Kazakistan e gli Stati Uniti d'America.


Comunicato stampa
San Marino: l'organismo anti-corruzione del Consiglio d’Europa chiede una riforma strutturale del sistema giudiziario


Sito del GRECO


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter