Indietro

Riformare i servizi di salute mentale: un bisogno urgente e un imperativo dei diritti umani

Commissaria per i diritti umani Strasburgo 7 aprile 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Riformare i servizi di salute mentale: un bisogno urgente e un imperativo dei diritti umani

"Fin dall'inizio della pandemia di Covid-19, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha richiamato l'attenzione sulla necessità di un sostanziale investimento nei servizi di salute mentale, al fine di evitare una crisi in questo settore. Le prove dell'impatto devastante della pandemia sulla salute mentale sono ad oggi schiaccianti", dichiara Dunja Mijatović, Commissaria per i diritti umani del Consiglio d'Europa, nel suo Commento sui diritti umani pubblicato il 7 aprile, Giornata mondiale della salute.

"Le ragioni sono ovvie: la pandemia è stata fonte di paura e ansia per tutti e molti di noi hanno dovuto affrontare malattie, dolore per la perdita di familiari, insicurezza e perdita di reddito. Oltre a questo straordinario carico sulla nostra salute mentale, siamo stati tagliati fuori dalle nostre solite reti di sostegno, amici e familiari, mentre la pandemia stava anche mettendo in crisi la fornitura degli stessi servizi di salute mentale esistenti".


 Sito web della Commissaria per i diritti umani


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter