Indietro

Porre i bambini al centro: sinergie tra Consiglio d’Europa e UE per la protezione dei diritti dei minori

Segretaria generale Strasburgo 27 settembre 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Porre i bambini al centro: sinergie tra Consiglio d’Europa e UE per la protezione dei diritti dei minori

La Strategia del Consiglio d’Europa per i diritti dei minori 2022-2027 (Strategia di Roma) e la Strategia dell’UE sui diritti dei minori condividono la stessa visione e gli stessi obiettivi, incentrati sulla partecipazione dei minori, su sistemi integrati per la protezione dei minori e sulla giustizia adatta ai minori, ha dichiarato la Segretaria generale del Consiglio d’Europa, Marija Pejčinović Burić, nel suo discorso durante il 14° Forum europeo sui diritti dei minori 2022.

La Segretaria generale ha sottolineato l’importanza dei partenariati strategici nell’elaborazione e nell’attuazione della Strategia di Roma del Consiglio d’Europa e di strategie precedenti. “L’Unione europea è stata una dei nostri primi partner in questo”, ha notato la Segretaria generale.

Il Consiglio d’Europa e l’UE stanno attuando la Raccomandazione del Consiglio d’Europa sulla partecipazione dei bambini e dei giovani di età inferiore ai 18 anni, applicano lo Strumento di valutazione della partecipazione dei minori e promuovono una giustizia adatta ai minori.

Il modello Barnahus, concepito per fornire i più elevati standard di assistenza, sostegno e accesso alla giustizia ai minori vittime di abusi sessuali, si basa sulle linee guida del Consiglio d’Europa e sulle raccomandazioni dei nostri principali organismi di monitoraggio (Comitato di Lanzarote) e ha visto una rapida espansione in Europa grazie al finanziamento e alla determinazione dell’UE.

La Segretaria generale ha sottolineato che gli obiettivi della nuova strategia dell’UE sui diritti dei minori – responsabilizzare, proteggere e includere i minori – è “giusta ed equa” e ha ribadito che l’esperienza e le competenze del Consiglio d’Europa sono a disposizione laddove richieste. 
Ha inoltre parlato delle sfide che affrontano i minori, tra cui il recente aumento di contenuti sessuali autogenerati da minori e il maggiore rischio di abuso dei bambini ucraini in migrazione, che la Segretaria generale ha definito come “uno dei numerosi effetti terrificanti dell’aggressione da parte della Russia”.

Il lavoro del Consiglio d’Europa sui minori nelle migrazioni verrà presentato al Forum come parte di un workshop “Verso sistemi integrati di tutela dell’infanzia – protezione e supporto dei minori non accompagnati: il ruolo dei tutori”. Il Coordinatore dei diritti dei minori del Consiglio d’Europa presenterà la Raccomandazione del Comitato dei Ministri su una tutela efficace per i minori non accompagnati e separati dalle famiglie nel contesto migratorio.


 Discorso della Segretaria generale – 14° Forum europeo sui diritti dei minori 2022 Porre i bambini al centro: responsabilizzare, proteggere e includere i minori


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter