Indietro

Diritti umani in campo biomedico: nuovo piano d’azione 2020-2025

Comitato dei Ministri Strasburgo 12 febbraio 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa ha lanciato oggi un nuovo piano d'azione strategico quinquennale, presentato dal Comitato di Bioetica, sui diritti umani e le tecnologie nel campo della biomedicina.

Volto a proteggere la dignità umana, i diritti umani e le libertà individuali per quanto riguarda l’applicazione della biologia e della medicina, il piano d'azione pone particolare enfasi su come affrontare le principali sfide poste dagli sviluppi tecnologici e dall'evoluzione delle pratiche biomediche.

Il piano è strutturato intorno a tre assi principali:

- governance tecnologica: l'obiettivo è quello di integrare i diritti umani nello sviluppo di tecnologie che hanno un'applicazione in biomedicina e di incoraggiare il dialogo pubblico per una maggiore trasparenza in campo biomedico;

- equità nell'erogazione dell’assistenza sanitaria: sarà elaborata una bozza di raccomandazione per promuovere un accesso equo a trattamenti innovativi e tecnologie appropriate, nonché una guida in materia di educazione sanitaria per gli anziani;

- in merito all'integrità fisica e mentale, il piano d'azione prevede :

. una guida di buone prassi per rafforzare la partecipazione dei minori al processo decisionale;

. un seminario sulla legislazione pertinente e le buone prassi in materia di intervento precoce sui bambini intersessuali;

. uno strumento legale per proteggere i diritti umani e la dignità delle persone affette da disturbi psichici in relazione ad ammissioni e trattamenti contro la loro volontà, nonché un compendio di buone pratiche per promuovere misure volontarie nel campo della salute mentale.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter