Indietro

Necessari progressi per garantire la salute e i diritti sessuali e riproduttivi delle donne in Europa

Commissario per i diritti umani Strasburgo 5 dicembre 2017
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Necessari progressi per garantire la salute e i diritti sessuali e riproduttivi delle donne in Europa

“La salute e i diritti sessuali e riproduttivi delle donne sono diritti umani. Purtroppo però, per le donne in Europa questi diritti sono ancora negati o limitati a causa di norme, politiche e pratiche che in definitiva riflettono persistenti stereotipi e disuguaglianze di genere. Gli Stati devono riconoscere e affrontare queste violazioni e impegnarsi fermamente per il progresso dell’uguaglianza di genere in questa sfera cruciale della vita”, ha dichiarato il Commissario per i diritti umani del Consiglio d’Europa, Nils Muižnieks, pubblicando un rapporto su tale argomento.

Il documento offre una panoramica sugli obblighi degli Stati in virtù delle norme internazionali ed europee in materia di diritti umani che si applicano alla salute e ai diritti sessuali e riproduttivi delle donne. Fornisce esempi di lacune che gli Stati europei devono affrontare, in particolare per quanto riguarda i diritti alla vita, alla salute, alla privacy, alla non discriminazione e il diritto di non essere vittime di tortura e maltrattamento, con particolare attenzione alla necessità di garantire un’educazione sessuale completa, una contraccezione moderna, nonché l’accesso a un’interruzione di gravidanza sicura e legale e a cure di qualità per la salute materna.

Articolo completo: Necessari progressi per garantire la salute e i diritti sessuali e riproduttivi delle donne in Europa


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter