Indietro

Premio Nord-Sud: accento sulla tutela dei diritti umani in tempi di crisi

Premio Nord-Sud Strasburgo 18 ottobre 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Premio Nord-Sud: accento sulla tutela dei diritti umani in tempi di crisi

Il Premio Nord-Sud 2021 è stato conferito a Meccanismo Covax, importante iniziativa a favore della solidarietà mondiale nel contesto della crisi sanitaria da Covid-19, per le attività intraprese per proteggere la salute pubblica e costruire un mondo più equo, e a Zarifa Ghafari, ex sindaca di Maidan Shahr (capitale della provincia di Wardak in Afghanistan), in riconoscimento del coraggio e del forte impegno dimostrati per la difesa dei diritti delle donne nel suo paese, come pure a livello internazionale.

Assegnato dal 1995 a due candidati che si sono contraddistinti per il loro eccezionale impegno nella promozione della solidarietà tra nord e sud, il Premio è stato presentato dal Presidente della Repubblica portoghese, Marcelo Rebelo de Sousa, il 18 ottobre a Lisbona (Assembleia Da República).

Alla cerimonia hanno partecipato anche la Segretaria generale, Marija Pejčinović Burić, la Vicepresidente dell'Assemblea della Repubblica portoghese e Presidente della delegazione portoghese all'APCE, Edite Estrela, e il Presidente del Comitato esecutivo del Centro Nord-Sud, l’Ambasciatore Lorenzo Vella.

In occasione della sua visita in Portogallo, Marija Pejčinović Burić ha tenuto incontri di alto livello con il Presidente della Repubblica Marcelo Rebelo de Sousa, il Primo Ministro António Costa, il Ministro degli Affari esteri João Gomes Cravinho, la Ministra della Giustizia Catarina Sarmento e Castro, il Presidente del Parlamento Augusto Santos Silva e la delegazione portoghese dell'Assemblea parlamentare.


 Dichiarazione della Segretaria generale Marija Pejčinović Burić


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter