Indietro

Liechtenstein: pubblicazione di due rapporti sulla lotta contro la corruzione

Gruppo di stati contro la corruzione (GRECO) Strasburgo 16 dicembre 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Liechtenstein: pubblicazione di due rapporti sulla lotta contro la corruzione

L’organismo anticorruzione del Consiglio d’Europa (GRECO) ha pubblicato due rapporti sul Liechtenstein: un rapporto sulle incriminazioni e sulla trasparenza del finanziamento dei partiti politici e un rapporto sulla prevenzione della corruzione di parlamentari, giudici e pubblici ministeri. Nel suo rapporto di valutazione sulla prevenzione della corruzione in relazione a parlamentari, giudici e pubblici ministeri, il GRECO formula una serie di raccomandazioni e invita le autorità del Liechtenstein a comunicare i progressi compiuti entro la fine di marzo 2022 (consultare le versioni inglesefrancese e tedesca del rapporto).

In relazione ai parlamentari, il GRECO raccomanda, tra le altre cose, di prendere misure per aumentare la trasparenza del processo legislativo per quanto riguarda l’esame dei progetti di legge da parte delle commissioni parlamentari, adottare un codice di condotta e introdurre l’obbligo di segnalare qualsiasi conflitto di interessi. In relazione ai giudici, il Liechtenstein dovrebbe in particolar modo accrescere il ruolo del sistema giudiziario nel processo di selezione dei giudici, adottare un codice di condotta giudiziaria e prevedere una formazione sulle questioni di integrità, ma anche studiare la questione della professionalizzazione completa di tutti i giudici e la limitazione del numero di giudici part-time.

Infine, in relazione ai pubblici ministeri, il rapporto raccomanda di affinare la nozione di “idoneità personale e professionale” attraverso criteri di valutazione dell’integrità dei candidati alla funzione di pubblico ministero, aggiungere delle garanzie all’articolo 50 della legge sui pubblici ministeri per impedire che venga utilizzato per la revoca di un pubblico ministero come misura di rappresaglia, adottare un codice di condotta e formare i pubblici ministeri sui temi relativi all’etica e all’integrità.

Nel suo rapporto sulle incriminazioni e sulla trasparenza del finanziamento dei partiti politici, il GRECO conclude che il Liechtenstein ha attuato diciassette delle venti raccomandazioni fatte nel 2016 e termina così procedura di conformità. Quanto al finanziamento dei partiti politici, tuttavia, il GRECO nota che la Legge sull’assegnazione degli aiuti ai partiti politici, rivista allo scopo di fornire un quadro più chiaro per il finanziamento dei partiti politici e aumentare la trasparenza, risponde, se non a tutte, a una serie di raccomandazioni. Il GRECO esprime rammarico per l’assenza di una supervisione finanziaria da parte di un’autorità pubblica sufficientemente indipendente (consultare le versioni inglesefrancese e tedesca del rapporto).


 Comunicato stampa 
Liechtenstein: pubblicazione di due rapporti sulla lotta contro la corruzione

 GRECO e Liechtenstein


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter