Indietro

Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico di droga: far fronte alle sfide legate al COVID-19

Gruppo Pompidou Strasburgo 25 giugno 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
João Castel-Branco Goulão

João Castel-Branco Goulão

“Le politiche in materia di droga devono salvare delle vite e proteggere le persone, e non rafforzare i processi di stigmatizzazione”, ha dichiarato João Castel-Branco Goulão a nome della Presidenza portoghese del Gruppo Pompidou, in occasione della Giornata internazionale contro l’abuso e il traffico di droga (26 giugno).

“In un momento in cui il numero di casi di COVID-19 continua ad aumentare fortemente in tutto il mondo e la crisi comincia a colpire tutte le sfere della società, di solito sono le persone più vulnerabili, stigmatizzate e svantaggiate a soffrire di più: appartengono a questa categoria le persone che fanno uso di droghe. I responsabili politici devono sostenere i servizi di assistenza essenziali destinati ai tossicodipendenti, in modo che possano affrontare la crisi in modo flessibile e informato. È per questo che il Gruppo Pompidou ha creato una piattaforma online, che consente agli operatori che lavorano in prima linea di condividere e discutere idee e iniziative volte a contenere la diffusione del COVID-19 e a prevenire i danni associati alla droga per i consumatori stessi e le persone a contatto con loro. In un periodo di crisi, è più che mai importante che i diritti umani restino al centro delle nostre politiche in materia di droga”, ha proseguito.

Nel corso degli ultimi 40 anni, il Gruppo Pompidou ha rappresentato la voce del Consiglio d’Europa sulle questioni relative alla droga. In un contesto internazionale in piena mutazione, ha continuato a promuovere risolutamente un approccio equilibrato tra la necessità di combattere la tossicodipendenza e il traffico di droga e la responsabilità degli Stati di tutelare la salute e i diritti umani delle persone che vivono nel loro territorio. Con le recenti adesioni di Armenia e Georgia, il Gruppo Pompidou conta ormai 41 Stati membri ed ha esteso ulteriormente le sue attività nel nostro continente.


 La piattaforma di risposta del Gruppo Pompidou


 Sito web del Gruppo Pompidou


 Pagina web degli Stati membri del Gruppo Pompidou


L'agenda L'agenda
29 giugno - 5 luglio Strasburgo

Eventi

Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter