Indietro

La relatrice del Congresso chiede solidarietà con le autorità locali per risolvere con urgenza la situazione dei rifugiati dopo gli incendi di Moria

Congresso Strasburgo 28 settembre 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
La relatrice del Congresso chiede solidarietà con le autorità locali per risolvere con urgenza la situazione dei rifugiati dopo gli incendi di Moria

A seguito dei devastanti incendi del “Centro di accoglienza e identificazione di Moria” sull’isola greca di Lesbo, Yoomi Renström (Svezia, SOC/G/PD), relatrice del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, deplora la mancanza di un’azione congiunta in Europa, dichiarando: “L’attuale risposta delle autorità europee è tutt’altro che sufficiente e non è motivo di orgoglio. Questa situazione è un altro preoccupante esempio di ciò che accade quando mancano la cooperazione e la solidarietà. Migliaia di migranti continuano a essere in grave pericolo, compresi molti minori non accompagnati”.

In questo rapporto adottato nel 2017, il Congresso aveva già messo in guardia rispetto al sovraffollamento, all’insufficienza di finanziamenti e alla mancanza di personale nei campi profughi in Grecia. Il Congresso chiede la solidarietà europea con le autorità nazionali e locali greche. “Dobbiamo fornire il nostro sostegno ai rappresentanti politici locali in Grecia, su cui grava l’onere di affrontare quotidianamente questo problema. Sottolineiamo ancora una volta la necessità di un’azione europea coordinata e di solidarietà con le autorità locali e regionali”, ha aggiunto la relatrice.


Comunicato stampa
La relatrice del Congresso chiede solidarietà con le autorità locali per risolvere con urgenza la situazione dei rifugiati dopo gli incendi di Moria


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter