Indietro

L’organismo anticorruzione esorta il Portogallo ad accelerare le riforme per prevenire la corruzione di parlamentari, giudici e pubblici ministeri

il Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) Strasburgo 6 marzo 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
L’organismo anticorruzione esorta il Portogallo ad accelerare le riforme per prevenire la corruzione di parlamentari, giudici e pubblici ministeri

In un rapporto pubblicato oggi, il Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) del Consiglio d'Europa ha sollecitato il Portogallo a intensificare gli sforzi per migliorare il quadro giuridico per prevenire la corruzione di parlamentari, giudici e pubblici ministeri.

Il rapporto, che valuta la conformità del Portogallo alle raccomandazioni formulate dal GRECO in un rapporto di valutazione adottato nel 2015, conclude che il Portogallo ha attuato in modo soddisfacente solo una delle quindici raccomandazioni. Tre sono state parzialmente implementate e undici non sono ancora state attuate. La situazione è stata descritta dal GRECO come "globalmente insoddisfacente".

Il GRECO accoglie con favore il fatto che il Portogallo abbia lanciato una riforma ambiziosa volta a consolidare l'integrità, accrescere la responsabilità e aumentare la trasparenza per un'ampia gamma di persone che ricoprono cariche pubbliche, compresi i parlamentari.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter