Indietro

20° anniversario dell’adesione della Russia alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo

Consiglio d'Europa Strasburgo 16 maggio 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Evgeniy Primakov, Ministro russo degli Affari esteri (sinistra) - Daniel Tarschys, Segretario generale del Consiglio d’Europa (destra), 1998

Evgeniy Primakov, Ministro russo degli Affari esteri (sinistra) - Daniel Tarschys, Segretario generale del Consiglio d’Europa (destra), 1998

Il Consiglio d’Europa organizza in collaborazione con le autorità russe una discussione di alto livello intitolata “La Russia e la Convenzione europea dei diritti dell’uomo: 20 anni insieme”. L’evento si terrà il 16 maggio 2018 in occasione dell’8° Forum giuridico internazionale di San Pietroburgo.

La Convenzione europea è entrata in vigore in Russia il 5 maggio 1998, segnando così una nuova tappa nella storia europea e russa. Da 20 anni la Convenzione ha determinato cambiamenti importanti nella legislazione russa attraverso riforme giuridiche e la giurisprudenza dei tribunali russi (consultare “20 casi che hanno cambiato il sistema giuridico russo”, disponibile in russo, la versione inglese sarà resa pubblica prossimamente).

Discorso di benvenuto di Christos Giakoumopoulos


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter