Indietro

Violenza contro le donne: la Svizzera deve prendere nuove misure

Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (GREVIO) Strasburgo 15 novembre 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Violenza contro le donne: la Svizzera deve prendere nuove misure

Nel suo primo rapporto sulla Svizzera, il Gruppo di esperti del Consiglio d’Europa sulla lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (GREVIO) chiede al paese di consolidare le misure già prese rafforzando il suo dispositivo di protezione delle donne vittime di violenza e il suo quadro giuridico e armonizzando le pratiche su tutto il territorio.

Nel rapporto, il Gruppo di esperti accoglie con favore le misure prese per attuare la Convenzione sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (Convenzione di Istanbul), in particolare attraverso un coinvolgimento preventivo di tutti i livelli di autorità interessati e l’adozione di un piano d’azione nazionale per il periodo 2022-2026, ma anche per sensibilizzare e informare il pubblico, compreso il settore dell’istruzione, e per migliorare l’assistenza e la protezione delle donne vittime di violenza (ad esempio, istituendo punti di contatto specializzati per la mutilazione genitale femminile e i matrimoni forzati in una serie di cantoni, centri di crisi per le vittime di violenza sessuale e unità specializzate in diversi ospedali). Riforme giuridiche, in particolare la legge federale 2020 sul miglioramento della protezione delle vittime di violenza, hanno permesso di allineare maggiormente la legislazione svizzera ai requisiti della Convenzione.

Tuttavia, il rapporto sottolinea anche una serie di lacune, come la mancanza di definizioni e di un approccio comune a livello nazionale alla violenza contro le donne e la violenza domestica, l’insufficienza dei finanziamenti di politiche, programmi e misure di prevenzione e di lotta contro ogni forma di violenza nei confronti delle donne o il fatto che tutte le donne vittime di violenza non abbiano lo stesso accesso a una struttura di accoglienza e un’assistenza di alta qualità in tutto il paese.

Il rapporto è stato pubblicato insieme ai commenti del governo svizzero.


 Il GREVIO e la Svizzera


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter