Indietro

Rafforzare la protezione dei dati a livello mondiale con la Convenzione 108+

Consiglio d'Europa Strasburgo 12 giugno 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Shutterstock.com

Shutterstock.com

Una Conferenza internazionale discuterà, il 12 giugno a Strasburgo, del ruolo della Convenzione aggiornata del Consiglio d’Europa per la protezione degli individui rispetto al trattamento dei dati personali (“Convenzione 108+”) nella promozione di un regime giuridico comune per la protezione dei dati a livello mondiale e della necessità, per gli Stati, di aderire rapidamente a tale trattato.

Aperta alla firma nell’ottobre 2018, la convenzione – che aggiorna la Convenzione 108 del 1981 già ratificata da 55 paesi è stata firmata ad oggi da 28 Stati membri del Consiglio d’Europa, nonché dalla Tunisia e dall’Uruguay.

La conferenza, organizzata in cooperazione con la Presidenza francese del Comitato dei Ministri, sarà aperta dal Segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjørn Jagland e dall’Ambasciatore Jean-Baptiste Mattei, Rappresentante permanente della Francia presso il Consiglio d’Europa.

L’evento si terrà alla vigilia di una riunione plenaria del Comitato della “Convenzione 108+”, che riunirà circa 120 partecipanti di tutte le regioni del mondo per discutere di diversi argomenti di attualità in materia di protezione dei dati e dello sviluppo di politiche comuni.

Il Comitato definirà le proprie priorità e il programma di lavoro per i prossimi due anni. Tra i temi all’ordine dell giorno figurano il riconoscimento facciale, la profilazione, il trattamento dei dati nel contesto dei sistemi educativi e l'accesso transfrontaliero alla giustizia da parte delle forze di polizia. Il 14 giugno i vincitori del Premio Stefano Rodotá presenteranno il loro lavoro e riceveranno i premi.

Prima della conferenza, l’11 e il 12 giugno, il Relatore speciale delle Nazioni Unite sul diritto alla vita privata, Joseph A. Cannataci, terrà una consultazione pubblica su una bozza di raccomandazione sulla protezione e l’utilizzo dei dati sanitari, organizzata con il sostegno del Consiglio d’Europa. Questa manifestazione è una tappa supplementare della cooperazione con il Rappresentante speciale sul diritto alla vita privata, ardente promotore della Convenzione 108+ e dei lavori del Consiglio d’Europa in materia di tutela di dati e della vita privata.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter