Indietro

Rafforzare la partecipazione della società civile alla protezione dei minori contro lo sfruttamento e gli abusi sessuali

Consiglio d'Europa Strasburgo 8 aprile 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Foto: Zev Hoover

Foto: Zev Hoover

Rafforzare ulteriormente la cooperazione tra il Consiglio d’Europa e gli attori della società civile per proteggere i minori e prevenire lo sfruttamento e gli abusi sessuali nei loro confronti, online e offline, è l’obiettivo della conferenza internazionale che si svolge dall’8 al 9 aprile 2019 presso il Centro europeo della gioventù del Consiglio d’Europa a Strasburgo.

Porre fine a tutte le forme di violenza contro i minori, compresi lo sfruttamento e gli abusi sessuali, è una delle aree di azione prioritarie individuate nella Strategia del Consiglio d’Europa per i diritti dell’infanzia (2016-2021).

I partecipanti alla conferenza “Potenziare la partecipazione della società civile all’attuazione e al monitoraggio della Convenzione di Lanzarote” analizzerà il lavoro e il programma strategico del Consiglio d’Europa per i diritti dei minori, compresa la Convenzione di Lanzarote e il suo processo di monitoraggio; esaminerà le strategie e i modi in cui gli attori della società civile possono rafforzare l’attuazione della Convenzione a livello locale e nazionale e approfondire il loro coinvolgimento con il Comitato di Lanzarote; e offrirà l’opportunità di condividere esperienze, pratiche promettenti e lezioni apprese con i pari a livello paneuropeo.

La conferenza riunirà circa 40 partecipanti provenienti da Albania, Armenia, Azerbaigian, Bosnia-Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Ungheria, Italia, Repubblica di Moldova, Lituania, Serbia, Repubblica slovacca, Spagna, Turchia, Ucraina e Regno Unito, tra cui rappresentanti di ONG, partner attuali e potenziali del Consiglio d’Europa che contribuiscono al lavoro del Comitato di Lanzarote.

La Convenzione di Lanzarote è entrata in vigore a luglio 2010 e richiede alle parti di perseguire penalmente tutte le forme di reato sessuale contro i minori e di adottare specifiche misure legislative e politiche per prevenire la violenza sessuale, proteggere le vittime e perseguire i responsabili dei reati. Promuove inoltre la cooperazione nazionale e internazionale in queste aree.

  • Programma

Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter