Indietro

La Slovacchia dovrebbe migliorare l’istruzione dei bambini rom e sostenere le culture delle minoranze nazionali

Consiglio d'Europa Strasburgo 15 giugno 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
La Slovacchia dovrebbe migliorare l’istruzione dei bambini rom e sostenere le culture delle minoranze nazionali

Il Comitato consultivo della Convenzione quadro del Consiglio d'Europa per la protezione delle minoranze nazionali ha invitato le autorità slovacche a eliminare la discriminazione nei confronti dei bambini rom nell’insegnamento e a migliorare il meccanismo di sostegno alle culture delle minoranze nazionali. Il Comitato ha indicato nel suo Parere di essere particolarmente preoccupato per la situazione della minoranza rom.

Tra le sue azioni prioritarie, la Slovacchia dovrebbe inserire la promozione di un’educazione inclusiva e di qualità per i bambini rom e la lotta risoluta alla segregazione scolastica e alla sovra-rappresentazione dei bambini rom nelle classi e scuole speciali in cui sono soprattutto iscritti bambini con lievi disabilità intellettive e che propongono programmi scolastici di basso livello. Le altre priorità dovrebbero comprendere le indagini sui casi di sterilizzazione forzata di donne rom e il risarcimento alle vittime, nonché l’attuazione di politiche abitative durevoli per eliminare la segregazione geografica delle comunità rom.

Il Comitato esprime soddisfazione nel suo parere per il fatto che in questi ultimi anni il finanziamento delle culture e dei mass media delle minoranze sia notevolmente aumentato, ma ritiene che, per rafforzare il sostegno alle culture delle minoranze nazionali, le autorità dovrebbero semplificare le procedure di domanda di sovvenzioni, garantendo una rapida assegnazione dei fondi disponibili e prendere in esame la possibilità di un finanziamento pluriennale per i progetti regolari delle minoranze.

La Repubblica slovacca riconosce ufficialmente al momento come minoranza nazionale i seguenti tredici gruppi: minoranza bulgara, croata, ceca, tedesca, ungherese, ebraica, morava, polacca, rom, russa, rutena, serba e ucraina. Il Comitato consultivo ha invitato le autorità a proseguire il dialogo con i rappresentanti della comunità goral in merito alla loro domanda di essere ufficialmente riconosciuti come minoranza nazionale o gruppo etnico. Nel suo quinto parere, il Comitato consultivo sulla Convenzione quadro per la protezione delle minoranze nazionali si è basato sui dati comunicati da fonti governative e non governative, ivi comprese le informazioni ottenute nel corso della sua visita nel paese nel settembre del 2021. Il parere è stato pubblicato insieme alle osservazioni formulate dalle autorità.


 Comunicato stampa
La Slovacchia dovrebbe migliorare l’istruzione dei bambini rom e sostenere le culture delle minoranze nazionali


 FCNM e la Repubblica slovacca


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter