Indietro

Slovacchia: il GRECO esprime rammarico per i lenti progressi nella prevenzione della corruzione di parlamentari, giudici e pubblici ministeri

Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) Strasburgo 3 febbraio 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Slovacchia: il GRECO esprime rammarico per i lenti progressi nella prevenzione della corruzione di parlamentari, giudici e pubblici ministeri

Il Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) del Consiglio d'Europa ha espresso rammarico per la lentezza dei progressi da parte della Repubblica slovacca nell'attuazione di misure per prevenire la corruzione di parlamentari, giudici e pubblici ministeri.

In un nuovo rapporto di conformità che valuta i progressi del paese nell’attuazione delle 16 raccomandazioni contenute nel rapporto di valutazione del quarto ciclo, il GRECO conclude che la metà di tali raccomandazioni non è stata completamente attuata cinque anni dopo l’adozione del rapporto (consultare le versioni francese e slovacca del rapporto di conformità).

In relazione ai parlamentari, il GRECO nota l’entrata in vigore degli emendamenti alla Legge sulla protezione dell’interesse generale, che impongono l’obbligo di dichiarare doni o altri vantaggi e l’utilizzo di proprietà mobile o immobile. Tuttavia, non vi sono progressi significativi in termini di dichiarazione di beni. Il GRECO incoraggia le autorità a finalizzare e applicare un codice etico per i parlamentari. Esprime rammarico per il fatto che non si sia ancora trovato un consenso politico per migliorare la trasparenza nel processo legislativo, soprattutto in merito a lobby e dichiarazione di interessi finanziari.

Il GRECO esprime inoltre rammarico per la mancanza di progressi in relazione ai giudici. Sebbene l’applicazione delle regole riguardanti la dichiarazione di beni siano state rafforzate, quelle relative all’interpretazione del Codice di deontologia giudiziaria devono ancora essere chiarite, in particolare per i conflitti di interesse. La soglia oltre la quale i doni ricevuti devono essere dichiarati rimane alta. Quanto ai pubblici ministeri, il GRECO accoglie con favore gli emendamenti legislativi che li obbligano a dichiarare pubblicamente i propri beni oltre un certo valore.


 Il GRECO e la Repubblica slovacca 


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter