Indietro

Le autorità polacche dovrebbero garantire la continuità, l’indipendenza e l’efficacia dell’istituzione del Mediatore

Commissaria per i diritti umani Strasburgo 22 ottobre 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Le autorità polacche dovrebbero garantire la continuità, l’indipendenza e l’efficacia dell’istituzione del Mediatore

In una lettera indirizzata al Ministro degli Affari Esteri della Polonia, pubblicata oggi, la Commissaria per i diritti umani del Consiglio d’Europa, Dunja Mijatović, esprime preoccupazione per le minacce alla continuità e al corretto funzionamento dell’istituzione del Mediatore in questo paese. A causa di un ricorso costituzionale contro la disposizione giuridica che consente all’attuale Mediatore di continuare a esercitare le sue funzioni tra la scadenza del suo mandato e l’elezione del suo successore, e considerato il ritardo nel processo di elezione del nuovo Mediatore, questo importante organo costituzionale rischia di rimanere senza una persona a capo per un periodo di tempo indefinito. In questo contesto, la Commissaria ricorda che, secondo i Principi di Venezia, gli Stati hanno l’obbligo di proteggere efficacemente l’istituzione del Mediatore da minacce o misure volte ad abolire tale istituzione o a ostacolarne il corretto funzionamento.

La Commissaria Mijatović invita le autorità polacche a indicare in che modo intendono assicurare che l’indipendenza così come la continuità dell’istituzione del Mediatore restino pienamente garantite. “È essenziale, in primo luogo per i cittadini polacchi ma anche per i partner internazionali della Polonia, poter contare sulla competenza di un’istituzione di mediazione indipendente ed efficace, pienamente conforme alle norme internazionali, in particolare ai Principi di Parigi e di Venezia”, scrive.


Lettera della Commissaria per i diritti umani al Ministro degli Affari Esteri della Polonia


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter