Indietro

Polonia: missione di accertamento dei fatti condotta a distanza del Congresso sulla situazione delle persone LGBTI+

Congresso Strasburgo 27 ottobre 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Polonia: missione di accertamento dei fatti condotta a distanza del Congresso sulla situazione delle persone LGBTI+

 Il Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa condurrà, il 2 e il 3 novembre 2020, una missione di accertamento dei fatti a distanza sulla situazione delle persone LGBTI+ in Polonia, facendo seguito a una richiesta da parte di membri del parlamento polacco in merito all’aumento di attacchi e discriminazione nei confronti delle persone LGBTI+.

La delegazione sarà composta da Gabriele Neff (Germania, GILD), Presidente della Commissione per le questioni di attualità, dai co-relatori Andrew Boff (Regno Unito, CRE) e Yoomi Renström (Svezia, SOC/G/PD) e dal Direttore del Congresso Rafael Benitez, nonché da Fourat Ben Chikha (Belgio, SOC), relatore dell’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa sulle questioni relative alle persone LGBT, e Robert Davidson, esperto dell’Università di Amsterdam per il Congresso.

La delegazione terrà riunioni online con diverse autorità polacche, tra cui: Hanna Gill-Piątek, coordinatrice dell’Intergruppo parlamentare sulle città; Krzysztof Śmiszek, Presidente dell’Intergruppo parlamentare sulla parità di diritti per la comunità LGBT+; Adam Bodnar, Commissario per i diritti umani; Anna Schmidt-Rodziewicz, Plenipotenziaria del governo per la parità di trattamento, del Ministero della Famiglia, del Lavoro e della Politica sociale; e il deputato Robert Biedroń, fondatore della Campagna contro l’omofobia (KPH).


Comunicato stampa
Polonia: missione di accertamento dei fatti condotta a distanza del Congresso sulla situazione delle persone LGBTI+


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter