Indietro

Migrazione e rifugiati: missione conoscitiva nella Repubblica di Moldova

RAPPRESENTATE SPECIALE SULLE MIGRAZIONI E I RIFUGIATI Strasburgo 28 settembre 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Migrazione e rifugiati: missione conoscitiva nella Repubblica di Moldova

Di fronte a un afflusso di rifugiati senza precedenti, le autorità della Repubblica di Moldova hanno saputo mobilitare le risorse necessarie e unire i loro sforzi in modo eccellente per fornire un’assistenza immediata alle persone in fuga dall’Ucraina

Nel suo recente rapporto, la Rappresentante speciale della Segretaria generale sulle migrazioni e i rifugiati, Leyla Kayacik, analizza i bisogni degli 85.000 rifugiati, essenzialmente donne e bambini, provenienti dall’Ucraina, che sono rimasti nella Repubblica di Moldova. Il Consiglio d’Europa offre alle autorità e altri organismi interessati sostegno e consulenza per l’identificazione delle persone in situazione di vulnerabilità giunte dall'Ucraina. Gli enti e organismi competenti dovrebbero garantire un monitoraggio della situazione e dei bisogni dei rifugiati accolti in alloggi privati o in strutture e valutare la loro vulnerabilità rispetto a violenze, abusi, sfruttamento e tratta di esseri umani, conformemente alle norme e agli strumenti del Consiglio d’Europa e di altre organizzazioni internazionali competenti. 

In stretta cooperazione con le organizzazioni internazionali e altri partner, il Consiglio d’Europa propone di mobilitare competenze e consulenze supplementari per assistere gli organismi incaricati di garantire la protezione dei bambini migranti o rifugiati non accompagnati o separati, fornendo una formazione adeguata alle persone in contatto con questi minori.  Viene inoltre proposta un’assistenza per migliorare l’accesso ai servizi e facilitare l’istituzione di un supporto linguistico destinato ai rifugiati, adulti e bambini, utilizzando le linee guida e gli strumenti  del Consiglio d’Europa e organizzando corsi di formazione per gli educatori. 

Il rapporto individua le aree in cui il Consiglio d’Europa può fornire la sua assistenza per affrontare le sfide attuali, sulla base degli strumenti e delle norme enunciati nel Piano d'azione sulla protezione delle persone vulnerabili nel contesto della migrazione e dell'asilo in Europa (2021-2025).

Inoltre, su iniziativa della Rappresentante Speciale, sarà lanciato in autunno un progetto intitolato “Rafforzare la tutela dei diritti umani dei rifugiati e dei migranti nella Repubblica di Moldova”, che terrà conto dei bisogni individuati nel corso della visita e delle richieste formulate dalle autorità moldave. Questo progetto completo, della durata di due anni, mira, tra l’altro, a realizzare sistemi resilienti sul lungo periodo in materia di migrazione, asilo e accoglienza.  

La Rappresentante speciale si è recata nella Repubblica di Moldova dal 13 al 14 giugno 2022.


Comunicato stampa
La Rappresentante speciale della Segretaria generale sulle migrazioni e i rifugiati pubblica un rapporto sulla missione conoscitiva nella Repubblica di Moldova 


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter