Indietro

Il Lussemburgo deve migliorare la sua strategia per prevenire ogni rischio di corruzione nel governo e nella polizia

Gruppo di Stati del Consiglio d’Europa contro la corruzione (GRECO) Strasburgo 27 guigno 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Shutterstock.com

Shutterstock.com

Il Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO) del Consiglio d’Europa ha pubblicato oggi il suo rapporto del quinto ciclo di valutazione sul Lussemburgo. Questo ciclo è incentrato sulla prevenzione della corruzione e sulla promozione dell’integrità nei governi centrali (alte funzioni dell’esecutivo) e dei servizi di polizia.

Il GRECO ricorda che in passato il Lussemburgo è stato valutato positivamente nelle indagini internazionali sulla percezione della corruzione e che i casi di piccola corruzione o di semplici scambi di tangenti sembrano molto rari. Tuttavia, il GRECO critica l’atteggiamento più reattivo che proattivo di fronte ad altre forme di corruzione in senso lato come, ad esempio, gli scambi di servizi o il favoritismo. In Lussemburgo non vi è una strategia generale o settoriale di lotta contro la corruzione e non esistono nemmeno codici deontologici applicabili ai funzionari o ai membri della Polizia del Granducato. Inoltre, sebbene esistano diverse pratiche positive in materia di accesso alle informazioni detenute dal governo, in Lussemburgo manca ancora il diritto di accedere ai documenti amministrativi. Il GRECO raccomanda di porre rimedio a tali lacune.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter