Indietro

Attuazione delle sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo

Comitato dei Ministri Strasburgo 29 settembre 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Attuazione delle sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo

Il Comitato dei Ministri del Consiglio d'Europa tiene la sua ultima riunione trimestrale dedicata alla supervisione dell'esecuzione delle sentenze e delle decisioni della Corte europea dei diritti dell'uomo da parte degli Stati membri dal 29 settembre al 1° ottobre. I casi da esaminare nel dettaglio riguardano la Bosnia-Erzegovina, la Bulgaria, la Croazia, la Georgia, la Grecia, l'Ungheria, l'Irlanda, l'Italia, la Repubblica di Moldova, la Romania, la Federazione russa, la Turchia e l'Ucraina.

Il Ministro ucraino della Giustizia, Denys Malyuska, parteciperà online all'incontro, su invito del Comitato dei Ministri e della Direzione Generale dei Diritti Umani e dello Stato di Diritto del Consiglio d'Europa. Le decisioni adottate dal Comitato dei Ministri saranno rese disponibili online appena possibile dopo la riunione.

Ai sensi dell'articolo 46 della Convenzione europea dei diritti dell'uomo, gli Stati contraenti si impegnano a rispettare le sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo. Per monitorare l'esecuzione delle sentenze, il Comitato dei Ministri si basa sulle informazioni fornite dalle autorità nazionali coinvolte, dai ricorrenti, dalle ONG e da altre parti interessate.


Comunicato stampa
Attuazione delle sentenze della Corte europea dei diritti dell'uomo


Sito web del Dipartimento dell'esecuzione delle sentenze 


Video: il processo di supervisione 


Schede paesi 


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter