Indietro

Cipro: violenze da parte della polizia, sovraffollamento delle carceri e cattive condizioni nelle strutture psichiatriche e di assistenza sociale tra le critiche del Comitato anti-tortura

CPT Strasburgo 26 aprile 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Cipro: violenze da parte della polizia, sovraffollamento delle carceri e cattive condizioni nelle strutture psichiatriche e di assistenza sociale tra le critiche del Comitato anti-tortura

Il Comitato per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT) del Consiglio d’Europa esprime, in un nuovo rapporto pubblicato oggi, preoccupazione per le continue accuse di maltrattamento da parte della polizia cipriota.

Durante una visita effettuata lo scorso anno a Cipro, una delegazione del CPT ha raccolto accuse attendibili di maltrattamenti inflitti da ufficiali di polizia ai detenuti, tra cui minori, in particolare nei commissariati centrali di Limassol e Paphos. I presunti maltrattamenti, soprattutto nei confronti di cittadini stranieri, hanno incluso schiaffi, pugni e calci in testa o in altre parti del corpo.


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter