Indietro

Il Comitato anti-tortura evidenzia il costante sovraffollamento e la carenza di personale nelle carceri belghe

Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT) Strasburgo 29 novembre 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Il Comitato anti-tortura evidenzia il costante sovraffollamento e la carenza di personale nelle carceri belghe

Il Comitato europeo per la prevenzione della tortura e delle pene o trattamenti inumani o degradanti (CPT) ha evidenziato una serie di problemi persistenti nelle carceri belghe, tra cui il sovraffollamento di lunga data e la carenza di personale. Il Comitato ha pubblicato il suo ultimo rapporto sul Blegio dopo una avisita ad-hoc condotta a novembre 2021 nelle carceri di Anversa, Lantin, St-Gilles e Ypres. La visita faceva seguito alla pubblicazione dell’ultimo rapporto periodico del CPT sul Belgio nella primavera del 2017 e di una dichiarazione pubblica rilasciata a luglio dello stesso anno.

Durante la visita, la delegazione del CPT non ha ricevuto alcuna segnalazione di maltrattamenti fisici dei detenuti da parte del personale penitenziario. Tuttavia, la violenza tra i detenuti è stata un problema ricorrente negli istituti visitati. Secondo il rapporto, questo fenomeno è chiaramente legato al sovraffollamento, alla mancanza di personale e all’insufficiente presenza del personale stesso. Il Comitato esorta le autorità belghe a prendere delle misure decise per affrontare la violenza tra i detenuti in queste carceri e, se necessario, in altri istituti in tutto il paese. Inoltre, occorrono ulteriori sforzi per assicurare che personale formato e motivato possa prevenire in modo proattivo tale violenza. Tutte le carceri visitate dal CPT erano sovraffollate, aspetto che nel rapporto viene descritto come un importante problema di lunga data che interessa tutto il sistema penitenziario belga. Il CPT ha chiesto nuovamente alle autorità di ridurre la popolazione carceraria e affrontare il sovraffollamento, in linea con le raccomandazioni del Consiglio d’Europa.

Il rapporto, pubblicato insieme alla risposta delle autorità belghe, contiene inoltre una serie di commenti e raccomandazioni riguardanti le visite di monitoraggio, le procedure disciplinari, i reclami e le opportunità per i detenuti di mantenere contatti con il mondo esterno.


 Comunicato stampa
Anti-torture committee highlights continuing overcrowding and staff shortages in Belgium’s prisons

 Il CPT e il Belgio


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter