Indietro

“L’etica e i diritti umani devono guidare qualsiasi utilizzo di tecnologie per la modifica del genoma”

Dichiarazione del Comitato di bioetica del Consiglio d’Europa
Comitato di bioetica del Consiglio d’Europa Strasburgo 30 novembre 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Shutterstock.com

Shutterstock.com

A seguito del secondo Vertice internazionale sulla modifica del genoma umano e dopo l’annuncio della nascita di due bambini in Cina dopo un intervento sul genoma, il Comitato di bioetica (DH-BIO) del Consiglio d’Europa, che rappresenta 47 Stati europei, ritiene importante ribadire la sua Dichiarazione sulle tecnologie per la modifica del genoma adottata durante la sua ottava riunione plenaria (1-4 dicembre 2015).

L’etica e i diritti umani devono guidare qualsiasi utilizzo di tecnologie per la modifica del genoma sugli esseri umani e la Convenzione sui diritti umani e la biomedicina (“Convenzione di Oviedo”, 1997), unico strumento internazionale giuridicamente vincolante che affronta i diritti umani in campo biomedico, fornisce un quadro di riferimento unico(*).

(*) La Convenzione di Oviedo è il risultato di un dibattito approfondito a livello europeo sugli sviluppi in campo biomedico, in particolare nel campo della genetica. Questo lavoro è stato guidato dal riconoscimento delle prospettive positive della modifica genetica con lo sviluppo della conoscenza del genoma umano, ma anche dalle maggiori possibilità di intervento e controllo sulle caratteristiche genetiche degli esseri umani, cosa che solleva preoccupazioni rispetto a un possibile utilizzo errato o abuso, in particolare la modifica intenzionale del genoma umano per produrre individui o gruppi di individui dotati di caratteristiche particolari e di qualità auspicate. L’articolo 13 della Convenzione risponde alle preoccupazioni sull’aumento delle capacità attraverso la genetica o la manipolazione genetica delle cellule germinali limitando le finalità di qualsiasi intervento sul genoma umano (compreso nel campo della ricerca) alla prevenzione, alla diagnosi o alla terapia. Inoltre, proibisce qualsiasi intervento che abbia come scopo quello di introdurre modifiche nel genoma dei discendenti.


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe su Twitter @coe su Twitter