Indietro

Dichiarazione del Segretario generale sulla situazione nella Repubblica di Moldova e la Commissione di Venezia

Segretario generale Strasburgo 9 giugno 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Dichiarazione del Segretario generale sulla situazione nella Repubblica di Moldova e la Commissione di Venezia

Sono molto preoccupato per gli ultimi sviluppi nella Repubblica di Moldova. Invito il Parlamento democraticamente eletto, il governo legittimo e tutte le forze politiche ad agire con moderazione e responsabilità. Le recenti decisioni della Corte costituzionale sono difficili da comprendere e sembrano arbitrarie alla luce del testo della Costituzione e delle norme internazionali sullo Stato di diritto. In uno Stato democratico tutti devono rispettare la Costituzione, in caso di incertezza è sempre necessario un buon consiglio obiettivo. Per questo motivo ho deciso oggi, in qualità di Segretario generale, di chiedere un parere urgente della Commissione di Venezia sulle ultime decisioni, compreso sulle condizioni di scioglimento del Parlamento moldavo.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter