Indietro

Federazione russa: mancato rispetto dei diritti umani durante il controllo di proteste pacifiche

Commissario per i diritti umani Strasburgo 5 agosto 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
© Anna Artemyeva / Novaya Gazeta

© Anna Artemyeva / Novaya Gazeta

Oggi, la Commissaria per i diritti umani, Dunja Mijatović, ha pubblicato una lettera indirizzata al ministro dell’Interno della Federazione russa, Vladimir Kolokoltsev, in merito all’azione intrapresa dagli organismi preposti all’applicazione della legge per disperdere le proteste in gran parte pacifiche svoltesi a Mosca il 27 luglio 2019 e ha raccomandato alle autorità russe di garantire il rispetto dei diritti umani nel contesto del controllo delle manifestazioni.

La Commissaria ha espresso preoccupazione rispetto all’elevato numero di arresti durante la manifestazione del 27 luglio 2019, che in molti casi sono stati descritti come “infondati” dai testimoni oculari e dai difensori dei diritti umani. La Commissaria ha sollevato in particolar modo la questione delle numerose segnalazioni di uso eccessivo della forza da parte dei funzionari di polizia contro i manifestanti che non opponevano resistenza e i giornalisti presenti durante la manifestazione. A quanto riferito, ciò ha provocato decine di feriti, alcune gravi, tra i manifestanti. La Commissaria ha inoltre evidenziato segnalazioni da parte di gruppi impegnati nella difesa dei diritti umani i quali hanno indicato che in molti casi è stato impedito l’accesso di avvocati e l’estensione dell’assistenza legale alle persone detenute nelle stazioni di polizia dopo la manifestazione e che ad alcuni dei detenuti non sono stati forniti beni di prima necessità. Alla luce di tali preoccupazioni, la Commissaria ha chiesto informazioni in merito a qualsiasi procedura di ricorso avviata in relazione a violazioni dei diritti umani commesse da funzionari di polizia durante le proteste svoltesi a Mosca il 27 luglio 2019, compreso il numero di funzionari identificati e ritenuti responsabili.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter