Indietro

Lingue minoritarie e regionali in Repubblica ceca e Ungheria: pubblicati nuovi rapporti

Comitato di esperti della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie Strasburgo 21 giugno 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Lingue minoritarie e regionali in Repubblica ceca e Ungheria: pubblicati nuovi rapporti

Il Comitato di esperti della Carta europea delle lingue regionali o minoritarie del Consiglio d’Europa ha pubblicato rapporti sulla situazione delle lingue regionali e minoritarie in Ungheria e Repubblica ceca.

Nel rapporto sulla Repubblica ceca, il Comitato nota che sono stati compiuti progressi, ma richiama l’attenzione su alcune carenze importanti. Ad esempio, la percentuale richiesta nei comuni per istituire comitati sulle minoranze nazionali rimane il 10% della popolazione totale, il che ostacola l’applicazione della Carta.

Nel rapporto sull’Ungheria, il Comitato afferma che la partecipazione e la rappresentazione delle minoranze nazionali (“nazionalità”) in Ungheria sono esemplari, compreso nel parlamento ungherese, e la protezione e la promozione delle lingue godono di un elevato sostegno politico. Tuttavia, il Comitato sottolinea la necessità di elaborare strategie a lungo termine per la promozione di ogni lingua minoritaria ed estendere ulteriormente l’utilizzo delle lingue minoritarie come mezzo di insegnamento.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter