Indietro

A settembre entrerà in vigore un innovativo trattato internazionale sulle partite truccate

Consiglio d'Europa Strasburgo/Helsinki 16 maggio 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Shutterstock.com

Shutterstock.com

La Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive, nota anche come Convenzione di Macolin, entrerà in vigore il 1º settembre.

Oggi la Svizzera è diventato il quinto Stato del Consiglio d’Europa ad aver ratificato la Convenzione, dopo Norvegia, Portogallo, Repubblica di Moldova e Ucraina, portando così alla sua entrata in vigore.

“L’entrata in vigore della Convenzione di Macolin è una buona notizia per tutti coloro che riconoscono il valore della correttezza e dell’integrità nello sport”, ha dichiarato il Segretario generale del Consiglio d’Europa Thorbjørn Jagland.

“La convenzione costituisce un ulteriore progresso nella lotta contro la corruzione nello sport e ha ricevuto pieno sostegno da parte dalle principali organizzazioni e partner sportivi, quali FIFA e UEFA. Esorto i nostri Stati membri e i paesi di tutto il mondo a firmare e ratificare la convenzione quanto prima”.

Lanciata nel 2014, la Convenzione di Macolin è l’unico trattato giuridicamente vincolante che promuove la cooperazione globale per combattere la manipolazione delle competizioni sportive.


L'agenda L'agenda
19 settembre 2019 STRASBURGO (AGORA, Sala G03)

Premio Nord-Sud del Consiglio d’Europa

Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter