Indietro

Lotta alla corruzione in Lettonia: progressi insufficienti secondo il gruppo anti-corruzione del Consiglio d’Europa

Gruppo di stati contro la corruzione (GRECO) Strasburgo 3 giugno 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Lotta alla corruzione in Lettonia: progressi insufficienti secondo il gruppo anti-corruzione del Consiglio d’Europa

In un rapporto pubblicato in data odierna sulla prevenzione della corruzione tra parlamentari, giudici e pubblici ministeri in Lettonia, il GRECO, organismo anti-corruzione del Consiglio d’Europa, esprime disappunto per la mancanza di misure relative alla regolamentazione delle attività di lobbying, dell’etica parlamentare e dei confitti d’interesse.

Sebbene siano in corso progetti di emendamento volti a migliorare la trasparenza del processo legislativo e accrescere la responsabilizzazione dei parlamentari in materia di condotta etica, il GRECO giudica deludente il bilancio del Saeima sull’attuazione di alcune raccomandazioni chiave.

Tuttavia, sono stati registrati progressi riguardanti le raccomandazioni destinate alla giustizia.

Sono stati adottati diversi emendamenti legislativi per ampliare e rafforzare le responsabilità del Consiglio della magistratura in merito alla nomina, al rinnovo dell’incarico e all’avanzamento della carriera dei giudici, limitando così il ruolo del potere esecutivo e legislativo in tali processi.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter