Indietro

L’UE diventa osservatore per l’organismo anti-corruzione GRECO

comitato dei Ministri Strasburgo 10 luglio 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
L’UE diventa osservatore per l’organismo anti-corruzione GRECO

Il Comitato dei Ministri, che rappresenta i 47 Stati membri del Consiglio d’Europa, ha adottato oggi una decisione che accetta la richiesta dell’Unione europea di diventare un osservatore per il Gruppo di Stati contro la corruzione (GRECO).

Accogliendo con favore tale decisione, il Segretario generale del Consiglio d’Europa, Thorbjørn Jagland, ha dichiarato: “Questo è un altro esempio di buona cooperazione tra l’Unione europea e il Consiglio d’Europa. Attraverso una collaborazione tesa a proteggere lo Stato di diritto e a prevenire la corruzione, le nostre azioni saranno più efficaci e avremo un impatto maggiore”.

Il Primo Vice Presidente della Commissione europea, Frans Timmermans, ha affermato: “La partecipazione dell’Unione europea all’attività del GRECO in quanto osservatore avvicina l’Unione europea e il Consiglio d’Europa e potenzia i nostri sforzi congiunti volti a rafforzare lo Stato di diritto e la lotta contro la corruzione in tutta Europa. È molto appropriato che ciò accada nell’anno in cui il GRECO celebra il suo 20esimo anniversario”.


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter