Back

La Russia cessa di essere Parte della Convenzione europea dei diritti dell’uomo il 16 settembre 2022

Comitato dei Ministri Strasburgo 23 marzo 2022
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
La Russia cessa di essere Parte della Convenzione europea dei diritti dell’uomo il 16 settembre 2022

A seguito della sua espulsione dal Consiglio d’Europa il 16 marzo 2022, la Federazione russa cesserà di essere Alta Parte contraente della Convenzione europea dei diritti dell’uomo il 16 settembre 2022. La decisione è stata confermata oggi dal Comitato dei Ministri in una risoluzione.

In conformità con la risoluzione del 22 marzo 2022 della Corte europea dei diritti dell’uomo, la Corte tratterà i ricorsi presentati contro la Russia riguardanti le presunte violazioni della Convenzione avvenute fino al 16 settembre 2022.

Il Comitato dei Ministri continuerà a sorvegliare l’esecuzione delle sentenze e delle risoluzioni amichevoli.

La Russia è tenuta a soddisfare l’integrità dei suoi obblighi finanziari fino al 16 marzo; allo stesso modo, è tenuta a versare tutti gli arretrati maturati fino a quella data.


European Court of Human Rights judgments in cases of human rights violations have led to the improvement of people’s lives across Council of Europe member states.


Events Events
follow us follow us

       

Galleries Galleries
galleries link
Facebook Facebook
@coe on Twitter @coe on Twitter