Indietro

Giornata mondiale della libertà di stampa, 3 maggio 2019

Tema del 2019 : “I media per la democrazia – Giornalismo ed elezioni in tempi di disinformazione”
Dichiarazione di Timo Soini, Presidente del Comitato dei Ministri
Presidenza del Comitato dei Minsitri Strasburgo 3 maggio 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Timo Soini, Presidente del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa e ministro degli Affari esteri della Finlandia

Timo Soini, Presidente del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa e ministro degli Affari esteri della Finlandia

Uno dei pilastri delle nostre società democratiche è l’esistenza di una stampa indipendente e pluralista. Ciononostante, negli ultimi anni i media in Europa sono stati l’obiettivo di un numero crescente di minacce e attacchi. Ciò non è accettabile. Noi, il Consiglio d’Europa e gli Stati membri, abbiamo il compito di raddoppiare gli sforzi per proteggere la libertà di espressione e la libertà dei media, e garantire la sicurezza dei giornalisti”, ha dichiarato Timo Soini, Presidente del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa e Ministro degli Affari esteri della Finlandia, in occasione della Giornata mondiale della liberà di stampa (3 maggio).

Il Ministro ha ricordato la dichiarazione adottata dal Comitato dei Ministri il 13 febbraio 2019, che pone l’accento sull’importante funzione democratica svolta da un giornalismo di qualità, il quale “permette l’apertura al pubblico di una serie di informazioni varie, affidabili, interessanti e attuali, nonché di opporsi alla propaganda, alla mala-informazione e alla disinformazione che proliferano in particolar modo sui social network. [1]”

“Un processo democratico funziona se le persone sono informate in modo indipendente e se sono incoraggiati dibattiti aperti e inclusivi. A tale riguardo, è necessario anche tenere conto degli impatti negativi e positivi dell’intelligenza artificiale sull’esercizio dei diritti umani, dei processi democratici e dello Stato di diritto”.

Il Consiglio d’Europa sta lavorando attivamente, attraverso i suoi vari organi e istituzioni, per la protezione e la promozione della libertà di espressione, la libertà di stampa, la democrazia elettronica e l’intelligenza artificiale. Sostiene inoltre la Piattaforma per rafforzare la protezione del giornalismo e la sicurezza dei giornalisti, che fornisce un quadro essenziale di cooperazione e dialogo tra i soggetti mediatici online e gli Stati membri.

“Questi problemi resteranno in cima alle priorità del Consiglio d’Europa. Esprimo la mia soddisfazione anche per il tema del prossimo Forum mondiale della democrazia, che sarà dedicato all’informazione e alla democrazia. Questo evento, che si terrà a Strasburgo dal 6 all’8 novembre 2019, offrirà un forum aperto al dialogo e allo scambio su questo tema cruciale per i nostri Stati membri e tutta la comunità europea”, ha concluso Timo Soini.

* * *

[1] Dichiarazione del Comitato dei Ministri sulla sostenibilità finanziaria del giornalismo di qualità nell’era digitale

* * *

Consultare anche:


Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter