Indietro

L’ECRI adotta una tabella di marcia per un’uguaglianza effettiva

Commissione anti-razzismo (ECRI) Strasburgo 27 setembre 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
L’ECRI adotta una tabella di marcia per un’uguaglianza effettiva

A seguito di una conferenza che ha segnato il suo 25esimo anniversario, la Commissione anti-razzismo del Consiglio d’Europa (ECRI) ha sottolineato la necessità di sforzi congiunti per contenere le minacce che il razzismo e l’intolleranza pongono alla società, garantire il rispetto della dignità umana e gettare le basi per una maggiore uguaglianza in Europa.

L’ECRI ha stabilito una serie di priorità, tra cui:

  • potenziare l’uguaglianza e l’accesso effettivi ai diritti, ponendo in particolare l’accento sull’indipendenza e l’efficacia degli organismi di promozione dell’uguaglianza, sull’istruzione inclusiva e sull’uguaglianza delle persone LGBTI;
  • combattere il discorso dell’odio e la violenza basata sull’odio e promuovere un’integrazione inclusiva, soprattutto dei migranti e dei Rom, e più specificamente dei minori;
  • individuare e promuovere le buone pratiche nella lotta contro il razzismo e l’intolleranza;
  • tenere conto delle questioni trasversali dove l’intersezione tra l’origine nazionale o etnica, la religione, il genere, l’orientamento sessuale, l’identità di genere o altri motivi di discriminazione può condurre a un’ulteriore discriminazione e integrare nei suoi lavori una prospettiva di uguaglianza tra donne e uomini;
  • aggiornare le sue raccomandazioni di politica generale sulla lotta contro l’intolleranza e le discriminazioni nei confronti dei musulmani e sulla lotta contro l’antisemitismo; preparare una nuova raccomandazione contro la discriminazione e l’intolleranza nei confronti delle persone LGBTI; iniziare una revisione della Carta dei partiti politici per una società non razzista;
  • porre in evidenza il potenziale pericolo della profilazione razziale e della discriminazione che potrebbe derivare dall’utilizzo crescente di nuove tecnologie come l’intelligenza artificiale, ma anche raccomandare modi di sfruttare le opportunità che tali tecnologie offrono per lottare contro il razzismo e l’intolleranza.

Gli Stati membri sono invitati ad attuare le raccomandazioni dell’ECRI in modo efficace e rapido, con l’aiuto, ad esempio, di organismi di promozione dell’uguaglianza e dell’inclusività alla luce della diffusione del discorso dell’odio e dell’intolleranza nel dibattito politico.

Tabella di marcia


L'agenda L'agenda
Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter