Indietro

Il Congresso chiede alla Turchia di rispettare la decisione degli elettori nelle elezioni locali del 31 marzo

Congresso dei poteri locali e regionali Strasburgo 12 April 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Seggio elettorale ad Ankara, Turchia

Seggio elettorale ad Ankara, Turchia

In reazione alle informazioni ricevute dalla Turchia secondo le quali i rappresentanti eletti nel sud-est del paese non sarebbero stati nominati sindaci nonostante la loro vittoria alle elezioni locali del 31 marzo, Anders Knape, Presidente del Congresso dei poteri locali e regionali del Consiglio d’Europa, ha sottolineato l’importanza di rispettare la decisione degli elettori.

“Come dichiarato dal Congresso dopo l’osservazione delle elezioni locali, le scelte e le decisioni democratiche del popolo, unico sovrano negli Stati membri del Consiglio d’Europa, devono essere rispettate appieno. L’attuazione della volontà degli elettori è una priorità assoluta nei sistemi democratici”, ha dichiarato Knape.

“Chiediamo alle autorità turche di concludere quanto prima le procedure per stabilire i risultati definitivi delle elezioni locali a Istanbul e, più in generale, di attuare le decisioni prese dagli elettori. I rappresentanti locali eletti il 31 marzo devono essere in grado di esercitare il proprio mandato liberamente e in conformità con i principi della Carta europea dell’autonomia locale del Congresso. Questo implica inoltre risorse appropriate e condizioni eque per i sindaci appena eletti nei comuni, indipendentemente dal partito politico per il quale si sono candidati”, ha concluso il Presidente del Congresso.


L'agenda L'agenda
21-22 giugno 2019 Venezia (Italia)

Sessione plenaria della Commissione di Venezia

17-21 giugno 2019 Strasburgo (palais de l'Europe, Sala 1)

Conferenza per il 20esimo anniversario e sessione plenaria del GRECO

Seguici Seguici

       

Galleria fotografica Galleria fotografica
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter