Indietro

5° anniversario dell’annessione della Crimea

Dichiarazione di Timo Soini, Presidente del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa, Ministro degli Affari esteri della Finlandia
Presidenza del Comitato dei Ministri Strasburgo 21 marzo 2019
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Timo Soini

Timo Soini

“Questa settimana ricorre il 5° anniversario dell’annessione illegale della Repubblica autonoma di Crimea e della città di Sebastopoli da parte della Federazione russa. Vorrei ricordare che il Comitato dei Ministri ha condannato tale annessione, la quale rappresenta una violazione del diritto internazionale e non può costituire la base per alcuna modifica del loro status. Desidero inoltre ribadire l’impegno del Comitato dei Ministri per l’indipendenza, la sovranità e l’integrità territoriale dell’Ucraina entro i suoi confini riconosciuti a livello internazionale.

Il Comitato dei Ministri ha richiesto pieno e libero accesso alla penisola della Crimea per tutti gli organi del Consiglio d’Europa attivi nel settore dei diritti umani. Questi dovrebbero essere in grado di condurre le loro attività di monitoraggio senza essere ostacolati, in modo da affrontare con urgenza le violazioni dei diritti umani e delle libertà fondamentali”.


Seguici Seguici

       

Gallerie foto Gallerie foto
galleries link
Facebook Facebook
@coe_ita su Twitter @coe_ita su Twitter