Back

Trasformiamo l’Europa in un luogo sicuro per i difensori dei diritti umani in materia ambientale

Commissaria per i diritti umani Strasburgo 25 maggio 2021
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
©Mate/Argentina - Cartoon Movement

©Mate/Argentina - Cartoon Movement

Nel 2017, in Bosnia-Erzegovina un gruppo locale di ecologisti molto determinati ha manifestato per 500 giorni contro la costruzione di nuove dighe idroelettriche sul fiume Kruščica. La lotta condotta dalle donne locali, chiamate poi le coraggiose donne di Kruščica, hanno incontrato molti ostacoli, tra cui violenza fisica e arresti, ma non invano: la loro lotta ha consentito di preservare l’accesso dei residenti all’acqua potabile fresca e di proteggere l’habitat di numerose specie animali minacciate da questi progetti.

Due anni dopo, nel 2019, nel Regno Unito oltre dieci anni di proteste e pressione da parte di ambientalisti hanno portato a una moratoria del governo sulla fratturazione idraulica, metodo controverso di estrarre gas sotterraneo, offrendo sollievo ai residenti delle aree limitrofe ai siti di estrazione che temevano scosse sismiche e altri danni ambientali in caso di incidenti.

In Spagna, quasi vent’anni di campagne senza sosta e una battaglia legale condotta dagli ecologisti spagnoli è culminata con una vittoria a ottobre 2020, quando la Corte suprema del paese ha emesso una sentenza che pone fine a un ampio progetto di sviluppo residenziale che minacciava un parco naturale costiero riconosciuto per i suoi habitat marini protetti.

  Sito web della Commissaria per i diritti umani


Events Events
27 October 2021 Strasbourg (9 a.m.-10 a.m., Lieu d’Europe, 8 Rue Boecklin)

Presentation to the press of the World Forum for Democracy 2021

28 October 2021 Paris (Centre Pompidou) and online

50th anniversary of the Pompidou Group

follow us follow us

       

Galleries Galleries
galleries link
Facebook Facebook
@coe on Twitter @coe on Twitter