Focus Focus

Impatto della Convenzione europea dei diritti dell’uomo

Ufficio Trattati Ufficio Trattati

29 giugno 2018

Serbia ha ratificato il Protocollo addizionale alla Carta europea dell’autonomia locale sul diritto di partecipare agli affari delle collettività locali (STCE no. 207).

29 giugno 2018

Marocco ha aderito a la Convenzione sulla criminalità informatica (STE no. 185) e al Protocollo addizionale alla Convenzione sulla criminalità informatica, relativo all'incriminazione di atti di natura razzista e xenofobica commessi a mezzo di sistemi informatici (STE no. 189).

27 giugno 2018

"L'ex-Repubblica Jugoslava di Macedonia" ha firmato la Convenzione sulla reciproca assistenza in materia fiscale nella sua versione modificata dal Protocollo del 2010 (STE no. 127).

Eventi Eventi
Indietro

Sessione plenaria della Commissione di Venezia

Venezia 22-23 giugno
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

La Commissione europea per la democrazia attraverso il diritto (“Commissione di Venezia”) dovrebbe adottare un parere sulla compatibilità del nuovo pacchetto legislativo denominato “Stop Soros”, presentato dal Governo ungherese, con le norme internazionali in materia di diritti umani, in quanto ostacola le attività delle ONG. Il parere, preparato congiuntamente con l’Ufficio per le istituzioni democratiche e i diritti umani dell’OSCE, valuterà le modifiche apportate ad alcune leggi finalizzate a contrastare l’immigrazione illegale. Gli esperti giuridici avranno uno scambio di vedute con Balázs Orbán, Segretario di Stato presso l’Ufficio del Premier ungherese. L’ordine del giorno prevede inoltre l’adozione di una bozza di parere sui progetti di modifica delle disposizioni costituzionali dell’ordinamento giudiziario della Serbia, una bozza di parere su un disegno di legge presentato dal Montenegro relativo agli emendamenti da apportare alla legge sul Consiglio giudiziario e i giudici.

La Commissione di Venezia procederà ugualmente a uno scambio di opinioni con il ministro serbo della Giustizia, Nela Kuburović, e con il ministro della Giustizia del Montenegro, Zoran Pazin, in vista dell’elaborazione di un parere sui progetti di modifica delle disposizioni costituzionali dell’ordinamento giudiziario serbo e sul disegno di legge del Montenegro relativo al Consiglio giudiziario e ai giudici.

Nel corso della riunione dovrebbero altresì essere adottati dei pareri riguardanti il disegno di legge presentato dal governo maltese sulle questioni di parità e sul finanziamento delle entità politiche e le elezioni generali nel Kosovo.

Programma

Contatto: Panos Kakaviatos, tel. +33 3 90 21 50 27


Rapporto 2016 del Segretario generale Rapporto 2016 del Segretario generale
@Coe su Twitter @Coe su Twitter
Seguici Seguici