La Commissaria per i diritti umani, Dunja Mijatović, il Ministro francese dell’Europa e gli Affari esteri e "Cartooning for Peace" presentano in anteprima la mostra “Les Droits de l’Homme, c’est pour quand?”
Commissario per i diritti umani Parigi 10 dicembre 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Anteprima della mostra “Les Droits de l’Homme, c’est pour quand?”

In occasione del 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, Cartooning for Peace, una rete internazionale di vignettisti, organizza, in collaborazione con la Commissaria per i diritti umani del Consiglio d'Europa, Dunja Mijatović, e il Ministro francese dell'Europa e degli Affari esteri una mostra itinerante intitolata "Les Droits de l’Homme, c’est pour quand?" (Quanto manca alla realizzazione dei diritti umani?).

"La mostra mette in evidenza il principio fondatore secondo il quale noi tutti siamo nati liberi ed eguali in dignità e diritti. Invita i visitatori a concretizzare la visione di speranza, libertà e universalismo espressa dalla Dichiarazione universale", ha sottolineato la Commissario Mijatović. "Le vignette della mostra rendono inoltre omaggio a tutti coloro che lottano in prima linea per proteggere i diritti umani".

Attraverso 30 vignette, la mostra ci ricorda l'importanza della Dichiarazione universale in un contesto in cui i suoi valori e principi sono attualmente seriamente minacciati.

L'anteprima della mostra di Cartooning for Peace avrà luogo il 10 dicembre 2018, Giornata internazionale dei diritti umani, presso il Ministero francese per l'Europa e gli Affari esteri a Parigi.

Dichiarazione di Timo Soini, Presidente del Comitato dei Ministri e Ministro finlandese degli Affari esteri
Presidenza del Comitato dei Ministri Strasburgo 10 dicembre 2018
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
10 dicembre 2018: Giornata dei diritti umani

“Il 10 dicembre è una data importante per i diritti umani. In questo giorno, 70 anni fa, l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, riunita a Parigi, ha adottato la Dichiarazione universale dei diritti umani. A 70 anni di distanza, sono lieto, in qualità di Presidente del Comitato dei Ministri, di celebrare questo anniversario.

I principi della Dichiarazione universale dei diritti umani hanno posto le basi per la promozione, la tutela e il rispetto dei diritti umani in tutto il mondo. Le rapide azioni intraprese dal Consiglio d’Europa hanno fornito un quadro giuridico concreto per l’attuazione di tali principi, grazie alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo, adottata nel 1950, e all’istituzione della Corte europea dei diritti dell’uomo alcuni anni dopo.

Nel corso della sua storia, il Consiglio d’Europa ha costruito e continua a sviluppare una fitta rete di meccanismi e norme in materia di diritti umani, con l’obiettivo di coprire tutti i settori in cui i diritti umani sono sottoposti a minacce attuali ed emergenti. L’attività normativa del Consiglio prosegue ancora oggi. Nel corso della sua Presidenza del Comitato dei Ministri, la Finlandia continuerà ad adoperarsi instancabilmente con gli Stati membri e l’insieme degli altri partner, compresa la società civile, per rafforzare e fare progredire la salvaguardia dei diritti umani sul nostro continente.

I paesi europei sono da tempo in prima linea per la difesa dei diritti umani, ma oggi tali diritti e libertà, che davamo per scontati, sono rimessi in discussione. La promozione, la tutela e il rispetto dei diritti umani, che costituiscono i valori fondamentali del Consiglio d’Europa, sono la nostra responsabilità collettiva e sono ora più che mai necessari”.

Ogni anno, il 10 dicembre, la comunità internazionale celebra la Giornata dei diritti umani, per commemorare quel giorno del 1948 in cui l'Assemblea generale delle Nazioni Unite ha adottato la Dichiarazione universale dei diritti umani.

Edizioni precedenti Edizioni precedenti