Indietro

Conferenza Octopus sulla criminalità informatica: prove elettroniche nel cyberspazio, dati consultabili nel database WHOIS, cyber-violenza, situazione della legislazione a livello mondiale

Strasburgo 11-13 luglio
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF

Ministri e altri alti responsabili governativi, esperti in giustizia penale, rappresentanti dell’industria di internet, della società civile e delle organizzazioni di protezione dei dati provenienti da tutto il mondo parteciperanno alla conferenza, che inizierà mercoledì 11 luglio alle ore 14:00 (Emiciclo).
La conferenza esaminerà come rafforzare lo stato di diritto nel cyberspazio mediante l’adozione di un Protocollo alla Convenzione di Budapest. Saranno organizzate delle consultazioni con esponenti della società civile, esperti in materia di protezione dei dati e con rappresentanti dell’industria, per passare in rassegna delle proposte destinate a rendere più efficaci le modalità di acquisizione delle prove elettroniche necessarie nell’ambito delle indagini penali, ad esempio attraverso l'assistenza giudiziaria reciproca e una cooperazione diretta con i fornitori di servizi. Il Protocollo sarà completato alla fine del 2019. Altra questione correlata prevista all’ordine del giorno è l’accesso all’annuario WHOIS, che contiene informazioni sui nomi di dominio.
Saranno ugualmente discussi i temi della cyber violenza, la situazione mondiale della legislazione in materia di criminalità informatica e i progressi realizzati grazie ai programmi per il rafforzamento delle capacità degli Stati.
Sessanta Stati hanno ratificato la Convenzione, altri quattro l’hanno firmata e 7 altri Stati sono stati invitati ad aderirvi. Circa 140 paesi hanno tratto spunto dalla Convenzione per elaborare le loro legislazioni nazionali e sono oltre 160 i paesi che cooperano attualmente con il Consiglio d’Europa per rafforzare le loro legislazioni e le loro capacità di affrontare il problema della criminalità informatica.

Per maggiori informazioniSito web della conferenza
Contatto: Estelle Steiner, tel. +33 3 88 41 33 35, cell. +33 6 08 46 01 57


Contatti Contatti

Divisione Relazioni con i media del Consiglio d'Europa:
 

pressunit@coe.int
 

+33 3 88 41 25 60