Dettagli del Trattato n°139

Codice europeo di Sicurezza sociale (riveduto)
Titolo Codice europeo di Sicurezza sociale (riveduto)
Riferimento STE n°139
Apertura del trattato Roma, 06/11/1990  - Trattato aperto alla firma degli Stati membri e all’adesione degli Stati non membri e della CE
Entrata in vigore  - 2 Ratifiche.
Riassunto

Il Codice europeo di Sicurezza sociale riesaminato rivede e migliora le disposizione del Codice europeo di Scurezza sociale (STE no. 48).

Come il testo precedente, il Codice riesaminato definisce le norme europee e fissa delle soglie minime di protezione che gli Stati devono garantire in campi quali l’anzianità, la disoccupazione, l’invalidità, le cure mediche, etc. I più importanti miglioramenti apportati dal nuovo testo sono: tassi di copertura più elevati, aumenti del livello e della durate delle prestazioni, la previsione di nuove prestazioni, la diminuzione delle condizione per l’attribuzione di prestazioni, un largo numero di misure preventive e l’assenza di ogni discriminazione fondata sul sesso.

L'applicazione del Codice riesaminato dagli Stati che l’avranno ratificato sarà controllata da una Commissione di esperti indipendeti funzionante nell’ambito del Consiglio d’Europa. Gli Stati dovranno inoltre inviare i rapporti sull’applicazione di tale Convenzione alle loro organizzazioni nazionali sindacali più rappresentative. L’assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa dovrà ugualmente dare il proprio parere sui detti rapporti nazionali.

Testi ufficiali
Testi DE, IT, RU
Link correlati Firme e ratifiche
Riserve et Dichiarazioni
Rapporto esplicativo
Testi correlati
Siti correlati
Condividi
Fonte: Ufficio dei Trattati, http://conventions.coe.int - * Disclaimer.