Публикатор Публикатор
Назад

Bielorussia: le norme elettorali internazionali devono essere rispettate

Dichiarazione di Gianni Buquicchio, Presidente della Commissione di Venezia
Commissione di Venezia Strasburgo 14 agosto 2020
  • Diminuer la taille du texte
  • Augmenter la taille du texte
  • Imprimer la page
  • Imprimer en PDF
Bielorussia: le norme elettorali internazionali devono essere rispettate

"Le elezioni democratiche sono l'espressione della sovranità del popolo di un Paese. È la libera espressione della volontà del popolo che sta alla base dell'autorità e della legittimità del governo. I diritti dei cittadini di votare e di essere eletti nel corso di elezioni periodiche e democratiche sono diritti umani riconosciuti a livello internazionale.

Non vi sono elezioni democratiche senza il rispetto dei diritti umani, in particolare della libertà di espressione e di stampa, della libertà di movimento all'interno del paese, nonché della libertà di riunione e della libertà di associazione a fini politici, compresa la costituzione di partiti politici. Qualsiasi restrizione di queste libertà deve avere fondamento giuridico, essere nell'interesse pubblico e attenersi al principio di proporzionalità. Tali diritti devono essere garantiti senza alcuna discriminazione.

Lo svolgimento di elezioni democratiche in conformità con gli standard internazionali, come sancito in particolare dal Patto internazionale sui diritti civili e politici ratificato dalla Bielorussia, è quindi diventato motivo di preoccupazione per le organizzazioni internazionali, così come lo è per le istituzioni nazionali, i concorrenti politici, i cittadini e le loro organizzazioni. L'osservazione elettorale nazionale e internazionale esprime questi interessi ed è indispensabile per garantire la fiducia nei processi elettorali.

La Commissione di Venezia ha individuato le norme fondamentali in materia elettorale. Le difende e le promuove attivamente. Ho seguito con grande preoccupazione le recenti elezioni presidenziali in Bielorussia. Invito le autorità bielorusse a rispettare gli standard internazionali vigenti per le elezioni, a liberare gli osservatori nazionali e i dimostranti e a consentire il libero esercizio delle libertà di riunione, associazione ed espressione, nell'interesse del popolo bielorusso e della stabilità del Paese".


 Sito web della Commissione di Venezia


Отображение сетевого контента Отображение сетевого контента
Отображение сетевого контента Отображение сетевого контента
       
Отображение сетевого контента Отображение сетевого контента
galleries link
Отображение сетевого контента Отображение сетевого контента
Отображение сетевого контента Отображение сетевого контента